rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica

Elezioni, Uniti si Vince: "La città deve diventare accessibile ai disabili"

I candidati al consiglio comunale Giuseppe D'Ursi e Pier Paolo Poggi: "Rimini deve ambire a partecipare al Premio per le città a misura di disabili indetto dalla Commissione Europea"

Barriere quotidiane, problemi e disagi che un disabile può incontrare a Rimini. Su questo puntano l'attenzione i candidati al consiglio comunale Pier Paolo Poggi e Giuseppe D'Ursi con la lista Uniti si Vince per Cambiare Rimini, a sostegno del candidato sindaco Marzio Pecci. Giuseppe D'ursi, paraplegico che si muove su sedia a rotelle, evidenzia come gli sia impedita una normale vita da cittadino, e soprattutto nella frequentazione degli uffici pubblici avverte il disagio. "Nella gran parte degli uffici del comune non sono presenti servizi igienici per disabili - afferma Giuseppe D'Ursi - gli uffici dei Servizi Sociali non sono facilmente accessibili, gli spazi sono ridotti e l'ascensore è troppo stretto per una sedia a rotelle; come già rilevato per la frazione di Viserba generalmente in tutta la città i marciapiedi non sono accessibili ai disabili, che sono costretti a percorrere le strade con grande pericolo; il centro storico non è facilmente accessibile perchè la pavimentazione è rotta e sconnessa in più punti e la presenza dei sampietrini rende la percorrenza di una sedia a rotelle disagevole; le fermate degli autobus non sempre sono facilmente accessibili e spesso non utilizzabili e solo grazie al prezioso intervento degli autisti in servizio a Rimini un disabile può salire sull'autobus. Tutto questo deve cambiare e cambierà".

I candidati sottolineano come la lista Uniti si Vince per Cambiare Rimini ha già promosso, e si adopererà nel prossimo consiglio in tal senso, un programma di riqualificazione della città a misura di disabile. "La parola d'ordine sarà accessibilità', tanto che i disabili, ma anche anziani, donne in stato di gravidanza, neomamme o persone con problemi di mobilità, dovranno poter aver accesso, su un piede di parità con gli altri, all’ambiente fisico, ai trasporti, alle tecnologie e sistemi di informazione ed alle strutture e servizi pubblici. Rimini dovrà ambire a partecipare al Premio per le città a misura di disabili indetto dalla Commissione Europea, premio al quale le città italiane generalmente non riescono a partecipare. Il premio è stato creato nel 2010 per sensibilizzare i cittadini ai problemi dei disabili e per promuovere iniziative per rendere le città europee con più di 50 000 abitanti più accessibili. Il riconoscimento intende premiare l’impegno nel garantire ai disabili pari opportunità di accesso a tutto ciò che costituisce la vita della città. L’iniziativa mira a incoraggiare le città ad ispirarsi l’un l’altra e a scambiarsi buone pratiche".

Uniti si Vince spiega che il premio viene assegnato alla città che abbia migliorato in maniera tangibile e sostenibile l’accessibilità per quanto riguarda gli aspetti fondamentali della vita urbana e tra i progetti della lista ci sono progetti concreti per apportare ulteriori miglioramenti. "I settori principali cui si riferisce il premio sono: l’ambiente urbano e gli spazi pubblici; i trasporti e le relative infrastrutture; l’informazione e la comunicazione (comprese le nuove tecnologie TIC); le strutture e i servizi pubblici. L'impegno che ci assumiamo è quello di fare della città di Rimini una città all'avanguardia nell'accessibilità e nella qualità di vita anche e soprattutto per i disabili, facendo di Rimini la capitale del Turismo accessibile in Europa - affemano D'Ursi e Poggi -. Alcuni degli interventi che verranno realizzati nei primi mesi di mandato: I marciapiedi verranno abbassati, verranno installati parchi giochi e percorsi della salute per disabili e anziani, mentre elevatori, rampe e passerelle forniranno soluzioni accessibili nelle parti non pianeggianti della città per l'accesso agli edifici pubblici. Verrà introdotto un sistema di informazione completo di descrizioni e segnaletica in Braille, oltre a cartelli stradali, colonnine e pannelli informativi accessibili alle persone in sedie a rotelle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Uniti si Vince: "La città deve diventare accessibile ai disabili"

RiminiToday è in caricamento