menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scontro sull'aeroporto. Accuse incrociate tra enti locali e Pdl

Il presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali, reagisce all'indomani delle critiche sollevate dal Pdl nei confronti di Aeradria, società di gestione dello scalo

Essere "coerenti" con l'impegno preso, senza alimentare "in una fase delicata una polemica sulla sorte dell'aeroporto 'Fellini'". E' quanto scrive, in una nota, il presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali, all'indomani delle critiche sollevate dal Pdl nei confronti di Aeradria, società di gestione dello scalo romagnolo e dei soci pubblici. Il candidato del Pdl alla Camera, Sergio Pizzolante, ha infatti affermato di opporsi ad una ulteriore ricapitalizzazione di Aeradria, chiedendo le dimissioni del presidente e della dirigenza, per partire con un progetto di privatizzazione.

"Non mi pare né logico né particolarmente sensato alimentare in una fase delicata una polemica sulla sorte dell'aeroporto 'Fellini' che ha indubbi retroscena elettorali. D'altro canto non mi scandalizzo per tutto ciò: è storia, bella o brutta, di ogni campagna antecedente il voto". Piuttosto, aggiunge Vitali, "mi sorprende, mi si perdoni il gioco di parole, la sorpresa: tutti si era ben consci delle difficoltà di Aeradria" e, prosegue in un altro passaggio della nota, "tutti si era ben consapevoli delle modalità previste dalla legge per il cosiddetto 'concordato di continuità', via scelta dai soci nei mesi scorsi in alternativa al fallimento con il probabilissimo congelamento operativo dell'attività dello scalo riminese". Pertanto, sottolinea il presidente della Provincia, "il ruolo e il compito di questa Istituzione, oggi, è però un altro: essere coerenti con l'impegno assunto insieme ai soci circa il salvataggio dell'aeroporto di Rimini, struttura indispensabile a questo territorio, attraverso l'avvio di una procedura rigorosa e trasparente da sottoporre al Tribunale di Rimini".

Anche il sindaco di  Rimini Andrea Gnassi, bacchetta il Pdl per le affermazioni fatte: “In questa fase però non si può sacrificare anche l’aeroporto nella speranza di guadagnare una manciata di voti.La rincorsa al consenso a tutti i costi a volte fa perdere di vista l’obiettivo principale: lo sviluppo del territorio. Salvare il “Fellini” non significa appuntarsi una medaglia sul petto, ma creare economia e posti di lavoro, incrementare il turismo e dare opportunità di sviluppo. E’ vero, per uscire dalle sabbie mobili è indispensabile l’intervento dei privati, lo stiamo ripetendo da mesi. Ma dove sono le proposte da parte degli “oppositori” per cercare di trovare i capitali?
Noi ci crediamo ancora e auspichiamo che nessuno adesso faccia passi indietro. Adesso viene il difficile: era facile appoggiare il Fellini quando non c’erano nubi in vista o quando atterravano note compagnie e tutti volevano rivendicarne il merito. E’ questo il momento di assumersi le responsabilità. La politica si fa governando anche processi difficili, in campagna elettorale si fa solo propaganda”.

Ma a dare man forte a Pizzolante arriva anche Marco Lombardi, candidato al Parlamento per il mir. “Condivido le preoccupazioni  sul futuro di Aeradria e sull'esito del concordato che non può concretizzarsi salvando l'aeroporto e facendo fallire le imprese locali che vantano crediti per i lavori svolti, ma non vorrei che le critiche avanzate nei confronti del management facciano passare in secondo piano le enormi responsabilità delle Pubbliche Amministrazioni socie di Aeradria. La colpa che io faccio alla dirigenza di Aeradria non è tanto nella gestione della società ma nell'atteggiamento troppo accondiscendente tenuto nei confronti di Comune di Rimini e Provincia che li hanno mandati allo sbaraglio. O gli amministratori hanno agito di nascosto dai soci, e ciò non mi risulta e non risulta neppure dagli atti, o gli Enti Pubblici soci non hanno mantenuto gli impegni che formalmente si erano presi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento