Erbetta (Rinascita civica): "Ristori, un'altra beffa per i nostri imprenditori"

"Un grido di allarme mi e' pervenuto dagli albergatori e ristoratori della fascia del mare. Nel decreto ristori sono previsti dei contributi a fondo perduto per tutte le attività commerciali che hanno avuto un calo di fatturato "

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RiminiToday

Un'altra beffa per i nostri imprenditori. Un grido di allarme mi e' pervenuto dagli albergatori e ristoratori della fascia del mare. Nel decreto ristori sono previsti dei contributi a fondo perduto per tutte le attività commerciali che hanno avuto un calo di fatturato nel giugno 2020 rispetto al giugno 2019. Rimini è entrata tra queste 23 città. Il problema è che possono accedere a questo fondo solo le aziende come gli alberghi, ristoranti, negozi, gelaterie ecc che fanno parte della zona A o equipollenti, A Rimini la zona A è solo il centro storico e il  borgo di San Giuliano (guarda caso) quindi in pratica tutti i ristoranti di alberghi i negozi le gelaterie del mare non posso accedere a questi soldi e mi sembra una grossa ingiustizia, soprattutto se si valuta che le attività maggiormente colpite dal calo turistico a Rimini sono quelle situate nella fascia litoranea. Come rimediare? E' fondamentale che il Comune di Rimini con estrema urgenza di attivi affinché   tutta la costa venga valutata come zona A. Le imprese Riminesi hanno bisogno della boccata di ossigeno del Decreto Ristori e ne hanno bisogno ora pena la chiusura. Il Sindaco e' la Giunta devono intervenire in modo deciso e prima che sia troppo tardi. 

Mario Erbetta (Rinascita civica)

Torna su
RiminiToday è in caricamento