Rimini, Federico Berlini è il nuovo segretario del PD

Con 70 preferenze su 89 delegati complessivi a congresso (79% dei voti), Federico Berlini è stato eletto ieri sera segretario comunale del Partito democratico di Rimini.

Con 70 preferenze su 89 delegati complessivi a congresso (79% dei voti), Federico Berlini è stato eletto ieri sera segretario comunale del Partito democratico di Rimini. Ventitrè anni, laureato in scienze politiche, segretario del circolo PD di Viserbella e Torre Pedrera negli ultimi due anni, Berlini è il più giovane segretario comunale nella storia del centrosinistra riminese. Proprio il ricoinvolgimento dei giovani nell'attività politica, insieme alla partecipazione sul territorio e alla condivisione delle scelte del bilancio Comunale con i circoli e i cittadini, è tra le priorità illustrate dal neoeletto segretario nel suo discorso.

“E' ora di ricostruire il nostro futuro partendo anche da quella domanda di sobrietà, pulizia e onestà che viene dalla stragrande maggioranza dei nostri cittadini – ha esordito Berlini -. La mia candidatura è nata anche per questo, mettere a disposizione il proprio tempo, aprirsi anche ai nostri possibili elettori e lanciare una sfida a tutte le generazioni. In una fase in cui dilaga l'antipolitica, in un momento in cui gli enti locali sono colpiti fortemente dalle manovre degli ultimi governi, in cui la crisi economica ma soprattutto quella sociale è fortissima, la sfida per noi è dare credibilità alla buona politica: avere un partito forte significa avere un contatto diretto con tutte le dinamiche della città che ci circondano. Il PD deve essere questo e deve investire nel futuro di tutti e per tutti”.

Il lavoro del nuovo segretario comunale inizierà già da lunedì sul tema del bilancio di previsione 2012 del Comune di Rimini. “È ora di condividere con i cittadini ed il territorio le scelte di bilancio, che sappiamo saranno dolorose – ha sottolineato -, ma con senso di responsabilità, redistribuzione attraverso tutte le leve fiscali ed equità riusciremo ad arrivare ad una buona soluzione per la città. La crisi morde forte, e lo vediamo anche dal recente rapporto Caritas nella nostra città. Ma facendo scelte di merito e mettendo in campo ciò che ci differenzia dalla destra, cioè la capacità di preservare il sistema del welfare locale, dimostreremo di essere classe dirigente responsabile”.

Secondo tema, la partecipazione e il ripensamento delle cancellate circoscrizioni. “I circoli non possono sobbarcarsi il peso che avevano i quartieri, pur essendo una forza grande e radicata su tutto il territorio – ha affermato Berlini -. Gli ex quartieri vanno rivisti e ripensati rispetto al passato, va costruito un modello nuovo di partecipazione più dinamico e innovativo ma altrettanto radicato che riesca a essere punto di riferimento per tutti i cittadini e ci permetta di dialogare anche sui temi amministrativi oltre che generali. Abbiamo il dovere di dare risposte in tempi rapidi a ciò che ci chiedono i cittadini”.

Infine i giovani. “Sono risorse importanti per il partito. La nostra Giovanile Democratica ha elaborato proposte in materia di lavoro stagionale che sono state rilanciate anche a livello regionale ed entreranno nella discussione sulla riforma del lavoro in Parlamento. Premiamo quindi chi lavora sulle questioni con merito e cerchiamo di avvicinare chi ora guarda a Grillo come ancora di salvataggio”.

Non è mancato un ringraziamento allo “sfidante” Samuele Zerbini. “Grazie a tutte le persone che mi hanno sostenuto in questo percorso, in particolare a tutti i segretari di circolo per la loro disponibilità e il loro lavoro. Un grazie a Samuele, per il suo mettersi in gioco e per il suo contributo importante portato al nostro Partito; credo che questo percorso sia servito ad entrambi, come credo sia servito al nostro Partito Democratico portando dei benefici al nostro dibattito interno. Nel film Baarìa di Tornatore, il padre del protagonista sussurra in punto di morte 'La politica è bella'. Ecco, questo è ciò che mi piacerebbe vedere tornare, la bellezza e la passione della politica, fatta di confronti e scontri, ma come strumento fondamentale per risolvere i problemi e dare soluzioni al nostro Paese”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento