Centri storici, Rossi (Pd): ‘Fondi e politiche per la riqualificazione"

“Proponiamo alla Giunta regionale – aggiunge Rossi - di richiedere al Governo la possibilità di estendere l’applicazione della cedolare secca e il blocco dell’adeguamento Istat agli affitti commerciali"

Il rilancio dell’economia passa necessariamente per il commercio e per la riqualificazione dei nostri centri storici, La Regione Emilia-Romagna ne è ben consapevole e per questo già nel ’97 aveva avviato, con la legge regionale 41/97, una prima stagione di sperimentazione dei cosiddetti centri commerciali naturali. E su quella scia, dal 2011, ha finanziato 41 progetti nelle nostre città, per un contributo complessivo di oltre 3,6 milioni di euro.

Sono queste le considerazioni da cui muovono i consiglieri del Pd Emilia-Romagna che hanno presentato una risoluzione alla Giunta di cui è prima firmataria Nadia Rossi, insieme a Francesca Marchetti, Luciana Serri, Manuela Rontini, Roberto Poli, Valentina Ravaioli, Barbara Lori, Paolo Zoffoli, Ottavia Soncini, il Capogruppo Stefano Caliandro, Massimo Iotti, Luca Sabbatini e Giorgio Pruccoli.

“Chiediamo alla Regione di confermare anche per il 2015 il finanziamento di progetti di rilancio dei centri storici – annuncia Rossi - promuovere il riuso coordinato ed efficace degli spazi sfitti e di concordare con enti locali e associazioni di categoria, dove possibile, agevolazioni ed esenzioni fiscali per chi avvia, amplia o rileva attività imprenditoriali nei centri”. “Sono gli esercizi situati nei centri storici ad aver risentito maggiormente della crisi, della diminuzione dei flussi turistici e della contrazione dei consumi: non possiamo né tantomeno vogliamo dimenticarci di questo pezzo dell’economia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Proponiamo alla Giunta regionale – aggiunge Rossi - di richiedere al Governo la possibilità di estendere l’applicazione della cedolare secca e il blocco dell’adeguamento Istat agli affitti commerciali. La Regione inoltre può direttamente prevedere fondi, in particolare quelli riconosciuti all’Emilia-Romagna dall’UE, per sostenere la riqualificazione ed innovazione delle piccole e medie imprese attive nei centri storici delle nostre città e borghi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si prendono gioco di polizia e quarantena: sesso a 3 in strada davanti al comando

  • "Quelle strane coincidenze", Wuhan e Codogno vicini alla fiera del Sigep

  • Sesso in strada durante la quarantena, individuato il trio di esibizionisti

  • Lutto nella comunità di San Patrignano, si è spenta Maria Antonietta Muccioli

  • Ristoratore stroncato da un improvviso malore nella sua abitazione

  • "Se curva epidemiologica non si abbassa, entro le prossime 2 settimane servono ospedali da campo"

Torna su
RiminiToday è in caricamento