Durante le pulizie al parco giochi di piazzale Carso spunta una siringa

Domenica alcuni militanti forzanovisti riminesi hanno dedicato il loro tempo ad alcuni lavori di pulizia e manutenzione dei giardini "Vittime delle foibe"

Spunta una siringa innanzi al parco giochi di piazzale Carso. Domenica alcuni militanti forzanovisti riminesi hanno dedicato il loro tempo ad alcuni lavori di pulizia e manutenzione dei giardini "Vittime delle foibe" ed in particolare alla cura dell'area antistante la pietra carsica posta dallo stesso movimento politico il 10 febbraio scorso, in occasione del "giorno del ricordo", in memoria del martirio di migliaia di nostri connazionali.

"Si tratta di piccoli gesti per dare il giusto valore e riconoscimento ad un'area purtroppo abbandonata a se stessa e al degrado - racconta Mirco Ottaviani, responsabile Forza Nuova Romagna, presente all'iniziativa -. Il parco, che anni fa l'amministrazione comunale dedicò alle vittime delle foibe come contentino per l'opposizione, ad oggi risulta infatti solamente luogo di bivacco per stranieri e tossicodipendenti; un destino ahimè già segnato dal fatto che si trova nel posto più dimenticato della città, dietro alla stazione ferroviaria ed immerso nella desolazione che circonda il grattacielo di Rimini.”

Poi Ottaviani denuncia: "A nulla sono valsi i diversi documenti presentati dal sottoscritto in questi anni all'attenzione del sindaco, senza ricevere alcuna risposta, per la riqualificazione del parco, la collocazione di un monumento e la variazione della dicitura da 'vittime' a 'martiri' come atto di verità, amore e giustizia verso tanti Italiani per troppo tempo dimenticati, e così, innanzi al silenzio dell'amministrazione, abbiamo deciso di rimboccarci le maniche e muoverci noi stessi."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Oltre al fogliame abbiamo raccolto bottiglie di alcolici e rifiuti di ogni genere, ma quel che più disgusta e deve allarmare è il ritrovamento di una siringa a due passi dai giochi per i bimbi - allerta il responsabile per poi concludere -. Non sono tollerabili situazioni che mettono a rischio la sicurezza e il diritto al gioco dei più piccoli, perché questi non hanno colori politici ma sono un patrimonio per tutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento