Comuni, al via l'iter per la fusione di Montecolombo e Montescudo

L'iter legislativo prevede l'approdo del progetto di legge in Aula nelle prossime settimane e l'indizione del referendum delle popolazioni residenti presumibilmente in autunno

È approdato alla commissione Bilancio, affari generali e istituzionali il progetto di legge sulla fusione dei comuni riminesi di Monte Colombo e Montescudo. Il testo, predisposto dalla Giunta regionale su richiesta  dei rispettivi Consigli comunali, avrà come relatore di maggioranza Giorgio Pruccoli (Pd) e come relatore di minoranza Andrea Bertani (M5s). L'iter legislativo prevede l'approdo del progetto di legge in Aula nelle prossime settimane e l'indizione del referendum delle popolazioni residenti presumibilmente in autunno.

In caso di fusione, il nuovo Comune unico, con una superficie di circa 32 chilometri quadrati e una popolazione di oltre 6.800 abitanti, verrebbe istituito a partire dal 1^ gennaio 2016. Tra i benefici riconosciuti al nuovo ente l'attribuzione di un contributo da parte della Regione di 92mila euro all'anno per la durata di 15 anni e di un ulteriore contributo "a titolo di compartecipazione alle spese iniziali" di 120mila euro all'anno per i primi tre anni. Da aggiungere poi il sostegno da parte dello Stato quantificabile in un contributo annuale di circa 235 mila euro per un decennio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con quella tra Monte Colombo e Montescudo, diventano tre le fusioni avviate in Emilia-Romagna. Sono infatti prossimi al referendum sulla fusione i Comuni reggiani di Busana, Collagna Ligonchio e Ramiseto (al voto domenica 31 maggio) e i Comuni bolognesi di Granaglione e Porretta Terme  (al voto l'11 ottobre 2015). Una quarta fusione tra Polesine Parmense e Zibello, in provincia di Parma, sarà presto nell'agenda dei lavori dell'Assemblea legislativa, dopo il via libera della Giunta regionale, ieri, al progetto di legge istitutivo di un nuovo Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento