Gallerie commerciali in centro, Frisoni: "Mille euro a chi riapre i negozi per Natale"

"In centro abbiamo ben otto gallerie costruite e molto utilizzate dagli anni sessanta fino alla metà degli anni Ottanta, oggi semi abbandonate, con spazi commerciali chiusi"

Uno scatto di via Gambalunga (foto d'archivio)

Riaprire durante il periodo delle feste natalizie i negozi delle gallerie commerciali semi abbandonate nel centro storico di Rimini. E' questa la proposta del consigliere comunale Davide Frisoni, ex Patto Civico, che presenta giovedì sera nella seduta del consiglio con una interrogazione. "Come è a tutti evidente, il Covid impone un modo diverso di concepire sé, le proprie relazioni, le proprie abitudini e un nuovo rapporto con la città. Per questo va riconcepito l’uso e la fruizione del centro storico - spiega Frisoni -  Le scelte scellerate di amministrazioni precedenti che hanno voluto costruire centri commerciali troppo vicini al centro città, hanno imposto un cambiamento nelle abitudini di tutti i cittadini. Questi Centri commerciali oggi vedono mettere in crisi il sistema di commercio di massa, proprio per via della diffusione del Covid. In centro abbiamo la bellezza di ben otto Gallerie Commerciali costruite e molto utilizzate dagli anni sessanta fino alla metà degli anni Ottanta, oggi semi abbandonate, con spazi commerciali chiusi. Sono in centro, sono al coperto e contemporaneamente sono all’aperto. Tutte caratteristiche che gli permettono una fruizione controllata dei clienti".

Prosegue Frisoni: "Perché non verifichiamo la possibilità di riaprire i negozi dentro le Gallerie Commerciali con la formula dei Temporary Store, con una prima semplice operazione di aiuto economico, per tutto il periodo Natalizio? L’aiuto economico, a mio parere, in favore di chi vuole affittare uno spazio commerciale, chiedendo ai proprietari dei negozi di vedere in questo progetto, un embrione, un germe positivo di rilancio delle attività nelle loro proprietà, in favore di una rinascita della nostra città. Di quanti negozi parliamo in tutto, una cinquantina? Decidiamo un contributo di 1.000,00 € per ogni attività aperta? Bene, con una variazione di bilancio, spostando una parte di soldi non spesi per la cultura (settore più colpito dal Covid) o contributi da altri settori, si può dare il via a una operazione di aiuto concreto a nuove attività economiche. Solo facendo rivivere gli spazi e verificandone la vivibilità potremo riprogettare un percorso commerciale vero e proprio e con questo la rinascita del Centro Storico come “anima” del commercio cittadino".

Frisoni stila anche un elenco degli spazi:
Piazza Ferrari: Palazzo Fabbri e Palazzo angolo Via Gambalunga - Piazza Ferrari
Via Gambalunga: Galleria Amati (Poste)
Piazza Cavour: Galleria Ex Unicredit
Corso d'Augusto: Galleria Rastelli (Piccadilly)
Piazza Tre Martiri: Galleria al Civico 19 sotto i portici
Via Tempio Malatestiano: Galleria Mentana e Galleria Angolo Via IV Novembre

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento