Caos aeroporto, Mauro (Pdl): "Gnassi si dovrebbe dimettere"

E' quanto dichiara il capogruppo in consiglio comunale del Pdl, Gennaro Mauro, intervenendo sulla vicenda dell'aeroporto. "Ora il Fellini rischia davvero la sua definitiva chiusura", afferma l'esponente del centrodestra.

Se il sindaco Andrea Gnassi "fosse una persona coerente, in attesa di vedere chiarita la sua posizione giudiziaria sul fallimento di Aeradria, dovrebbe dimettersi immediatamente, ma noi siamo convinti che non lo farà, saranno i cittadini riminesi la prossima primavera a giudicarlo". E' quanto dichiara il capogruppo in consiglio comunale del Pdl, Gennaro Mauro, intervenendo sulla vicenda dell'aeroporto. "Ora il Fellini rischia davvero la sua definitiva chiusura", afferma l'esponente del centrodestra.

"Dopo aver registrato il fallimento di Aeradria a causa di comportamenti e azioni discutibili perpetrate, all'oscuro di tutti, per anni dagli amministratori comunali del partito democratico riminese, con la sentenza del Tar abbiamo la risposta ai dubbi da noi manifestati in questi mesi, in merito al bando redatto da Enac per l'assegnazione della gestione dello scalo di Rimini - continua Mauro -. Ci sembra una vicenda paradossale quella che stiamo vivendo, un Ente nazionale come l'Enac, soggetto regolatore del traffico aereo, che dovrebbe avere piena cognizione di come si redige un bando per una stazione aeroportuale, non richiede nessun requisiti minimi di capacità ed esperienza per la partecipazione alla gara. I giudici amministrativi non avevano altra scelta che annullare il bando di assegnazione. Il solito pasticcio all'italiana".

"Ha ragione la Fincato a dire di non avere alcuna colpa sulla vicenda, le sue sono ben altre - prosegue il consigliere comunale -. Ariminum con i suoi manager ha fatto rimpiangere il commissario Santini nominato dal tribunale, che di mestiere fa il commercialista, non ha elaborato alcun credibile piano industriale, non ha indotto i soci a versare le quote societarie sottoscritte facendo mancare le risorse per gli investimenti. Airiminum ha assunto la stessa funzione che solitamente caratterizza una società di affari finanziaria, quella di reperire  soggetti disposti ad acquisire quote societarie".

"Abbiamo il sentore che il ricorso al Consiglio di Stato che verrà promosso dalla Fincato servirà solo ad allungare l'agonia di un malato terminale. Nel frattempo ho ragione di credere che al termine dei flussi estivi dei passeggeri, e quindi a fine mese di settembre Airiminum chiuderà lo scalo. Se ciò avverrà difficilmente il Fellini potrà riaprire i battenti - conclude Mauro -. Adesso è giunta l'ora della politica, deve intervenire immediatamente su Enac affinché venga affidato ad un commissario straordinario per la gestione dello scalo in attesa della individuazione di un nuovo gestore tramite nuovo bando.  Bisogna fare maledettamente presto, non ci sono alibi per nessuno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LEGA NORD - Sulla questione è intervenuto anche il consigliere regionale della Lega, Massimiliano Pompignoli, il quale solleva forti perplessità "sulla stesura del bando per la gestione dello scalo riminese e sulla validità dell’aggiudicazione ad Airiminum. Una concessione trentennale tutta da rifare che spalanca le porte ad uno scenario di grande incertezza a causa, sembrerebbe, dell’ennesima corsia preferenziale nella proclamazione del vincitore". "Molti gli interrogativi sul futuro dei voli e sull'operatività dello scalo - aggiunge Pompignoli - perché l’ipotesi più probabile è che venga indetto un nuovo bando, ci auguriamo meno viziato del primo, per dare corso ad una rinnovata gestione societaria magari proprio in capo a Robert Halcombe al quale chiedo di manifestare le proprie intenzioni. Sono anni che si “gioca” con la cartina degli aeroporti romagnoli va fatta chiarezza una volta per tutte e soprattutto va data la possibilità, a chi ne manifesta le reali intenzioni, di lavorare seriamente per il rilancio e il potenziamento del nostro territorio, senza se e senza ma".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • Bimbo muore a nove anni, il sindaco: "Abbiamo perso tutti un pezzo di cuore, ci sarà il lutto cittadino"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento