Il candidato sindaco Ada Di Campi lancia l'sos sulla caserma dei carabinieri

"Chiudere i presidi delle forze dell'ordine equivale ad avere meno sicurezza. Preoccupa il futuro che si prospetta per la caserma di via Destra del Porto"

Ada Di campi, candidato Sindaco del Popolo della Famiglia, all'incontro organizzato mercoledì 25 maggio dall'Associazione "La Cosa Giusta", ha acceso i riflettori sul tema della sicurezza, evidenziando però come ci registrino gravi difficoltà, affrontando in particolare la situazione che vive la caserma dei carabinieri di via Destra del Porto, sede storica dei Carabinieri a Rimini. "I riminesi sanno che da tempo il clima per la caserma è d'incertezza, dovuta alla probabile chiusura della struttura. La sede della stessa, di proprietà della Federazione Italiana Scherma, presenta un elevato fitto allo Stato - afferma Ada Di Campi -. Pertanto il Ministero, dopo aver chiesto un parere di merito alla Prefettura, pare abbia avviato, si dice che sia già stato firmato a Roma il decreto di chiusura, la procedura di soppressione della caserma. Tale situazione, che si protrae da circa 2 anni, comporterebbe, in caso di attuazione, la perdita di un presidio di polizia storico per Rimini in tempi in cui la sicurezza è più che mai attuale".
Il candidato sindaco riflette anche sul personale che lavora all'interno: "la situazione comporta una grave carenza di organico con demotivazione del personale che non viene né rinforzato né accontentato nei trasferimenti in uscita. La carenza di personale fa sì che vengano esperiti i soli servizi comandati, quali l'ordine pubblico, ma limitando la proiezione esterna (pattuglie). Inoltre si è molto ridotta la presenza dei Carabinieri di Quartiere (di stanza solo alla Caserma di Via Destra del Porto), che di fatto non sono più presenti sul territorio, sino a scomparire nella zona di Marina Centro ed impegnati esclusivamente nei servizi di piantone ed ordine pubblico. Si sente dire "Vogliamo fare qui, intervenire là": ben venga! Ma, signori, vi prego: cerchiamo di essere realisti e di batterci per quello che abbiamo, allo scopo di non perderlo, di rinforzare l'organico di tutte le forze dell'ordine, verificando prima cosa fare e poi come procedere, proprio come succede in famiglia, per il bene comune".
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • Bimbo muore a nove anni, il sindaco: "Abbiamo perso tutti un pezzo di cuore, ci sarà il lutto cittadino"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento