rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica

Il candidato sindaco Marzio Pecci contro gli incarichi assegnati a consulenti esterni

“Gnassi dilapida il patrimonio comunale e snobba gli uffici comunali. Pratiche assegnate sempre agli stessi in un drammatico circolo vizioso”

Sono le spese per le consulenze esterne, che l'amministrazione comunale ha affidato, a finire nel mirino del candidato sindaco Marzio Pecci che si scaglia contro gli incarichi assegnati da palzzo Grampi. “Gnassi - attacca Prcci - dilapida il patrimonio comunale e snobba gli uffici comunali. Pratiche assegnate sempre
agli stessi in un drammatico circolo vizioso. Ma sarà proprio vero che all’interno dell’organico del Comune di Rimini non ci siano professionisti tanto validi e qualificati da dover attingere all’esterno?”. Di fronte al lungo

elenco di incarichi affidati all’esterno dall’amministrazione Gnassi, il candidato della Lega Nord sottolinea come è impossibile che "in Comune, a Rimini, non ci siano professionalità e competenze tali da poter evitare costose consulenze esterne, magari ai soliti noti o a loro collaboratori, che vanno in senso opposto a una doverosa e
trasparente azione di spending review. Che non è la spending review falsa del Governo Renzi o di tutte le amministrazioni guidate dalla sinistra, ma una vera e propria operazione di razionalizzazione e ottimizzazione della macchina amministrativa e della spesa pubblica, che non taglia i servizi, ma taglia gli sprechi. Il timore è che, nella stragrande maggioranza dei casi, l’affidamento esterno spesso ingiustificato da parte dell’amministrazione riminese di incarichi e consulenze si traduca in benzina per l’alimentazione di quella rete clientelare che purtroppo rappresenta il cancro del nostro Paese. Il nostro obiettivo, è potenziare la macchina amministrativa dando fiducia e la possibilità di crescere professionalmente a chi ci lavora ogni giorno attingendo a incarichi esterni solo in casi eccezionali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il candidato sindaco Marzio Pecci contro gli incarichi assegnati a consulenti esterni

RiminiToday è in caricamento