Giovedì, 23 Settembre 2021
Politica Cattolica / Piazzale Antonio De Curtis

Il Comune di Cattolica contro Forza Nuova: "niente piazza a forze politiche xenofobe"

I militanti di estrema destra intenzionati a manifestare in piazza Antonio De Curtis il prossimo 15 gennaio

In riferimento agli articoli di stampa usciti oggi, l’Amministrazione comunale di Cattolica, nel ribadire che si rende indisponibile a ospitare in città forze politiche xenofobe, razziste e di stampo fascista che mettano in discussione i valori sanciti dalla Carta Costituzionale, sottolinea di non avere ricevuto richiesta da parte di “Forza Nuova” per l’utilizzo di piazza Antonio De Curtis. Chiarisce, altresì, che per Piazza De Curtis non sarà concessa alcuna autorizzazione a tenere manifestazioni. Dal canto suo, però, Forza Nuova ribadisce il proposito di manifestare in piazza e, in un comunicato stampa, dà appuntamento ai suoi sostenitori a Cattolica per venerdì 15 gennaio alle 21.

"Sempre più giovani, ma anche meno giovani, decidono di schierarsi nelle fila dell'unico movimento politico che gode di ottima salute e che resta ancora ancorato al volere di un Popolo stanco di una politica di palazzo fatta di interessi, poltrone e malaffare, che nel giro di qualche decennio è riuscita a mettere in ginocchio l'intero paese - spiega il responsabile per la Romagna Mirco Ottaviani che interverrà all'incontro di venerdì sera. - Passeggiate della sicurezza pattugliando i quartieri più degradati ed i mezzi pubblici più pericolosi, raccolte e distribuzioni di generi alimentari per aiutare i nostri connazionali in difficoltà abbandonati da istituzioni razziste che privilegiano sempre e comunque l'ultimo clandestino sbarcato sulle nostre coste, una costante opera sociale che raccoglie sempre più consensi ma soprattutto sempre più richieste di partecipazione; questo sono Forza Nuova ed il sacrificio dei tanti militanti che ne fanno parte".

"Gli Italiani - prosegue - sono ad un punto limite e oramai difficilmente riescono ad essere controllati da partiti utilizzati come valvole di sfogo. Accanto a loro non c’è infatti il movimento Cinque Stelle, non c'è la Lega, non ci sono sindaci sceriffi, ma vi è solo un popolo stanco, preoccupato, impoverito ed esasperato dalle ingiustizie quotidiane e dal razzismo anti-italiano che oramai pervade le istituzioni. Non manca chi cianciando di libertà e democrazia attacca la libertà di espressione di un movimento legalmente riconosciuto e che da anni porta avanti le proprie battaglie in tutte le piazze di tutte le città d'Italia. Davanti ad una crisi economica senza precedenti, davanti ad una disoccupazione giovanile che sta raggiungendo cifre decisamente preoccupanti, davanti a fabbriche che chiudono e delocalizzano da un giorno all’altro lasciando dietro di sè miseria e disperazione sociale, è alquanto triste constatare che vi sia ancora qualcuno che annoiato pensi solo a fare dell'antifascismo militante. Sembra evidente che i veri nostalgici, nel senso peggiore e dispregiativo del termine, non siano i militanti di FN."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune di Cattolica contro Forza Nuova: "niente piazza a forze politiche xenofobe"

RiminiToday è in caricamento