Il ministro Galletti visita al cantiere del Psbo in Piazzale Kennedy

Il ministro Gian Luca Galletti ha visitato martedì mattina i cantieri del Psbo in Piazzale Kennedy

Il ministro per l’Ambiente e la tutela del territorio e del mare, Gian Luca Galletti, ha visitato martedì mattina i cantieri del Psbo in Piazzale Kennedy, a Rimini. Insieme a lui il sindaco Andrea Gnassi, i candidati del centrosinistra Tiziano Arlotti (Senato) e Sergio Pizzolante (Camera) e i vertici di Hera. "Quando ero assessore ai lavori pubblici con la seconda giunta Ravaioli abbiamo realizzato la prima importante vasca di laminazione a monte - ha commentato Arlotti -. Oggi c'è la continuità di un progetto strategico che viene portato avanti e che è fondamentale per vendere il nostro prodotto turistico in Italia e nel mondo. L'opera è straordinaria, grazie al lavoro fatto dal sindaco Gnassi e dalla sua giunta siamo riusciti ad intercettare risorse rilevanti, a dimostrazione che dove c'è la volontà di realizzare interventi strategici per la nostra città e non solo, e dove si riesce a fare gioco di squadra, si riescono ad ottenere risultati come questo. Oggi noi dobbiamo essere orgogliosi perché questo è il più importante cantiere idraulico in Italia nonché uno dei primi anche a livello europeo per la salvaguardia della balneabilità e per mettere in atto importanti processi di sostenibilità ambientale, fondamentali per la nostra economia turistica e per fare crescere un'intera comunità. Questo è il lavoro che intendiamo svolgere e ciò che vogliamo garantire all'Italia e agli stranieri che vengono qui".

Il ministro ha inoltre annunciato che per il sistema fognario di Rimini il Cipe potrebbe portare in dote dalla seduta di giovedì altri 16,8 milioni di euro. "La cosa piu' difficile - ha evidenziato non e' la ricerca delle risorse, ma trovare delle Amministrazioni che siano in grado di spenderle". Insomma "i soldi in Italia ci sono, alcuni sindaci li spendono bene, altri no". Sul fronte del Psbo, "il cantiere e' in stato avanzato per un'opera importante per l'ambiente". E da questo punto di vista, si rammarica, "l'Italia e' indietro sulle depurazioni, viaggia a due velocita', tra sanzioni europee e un progetto pilota" come questo. A Rimini, ribadisce, "le cose si fanno", utilizzando anche societa' locali: "Il sistema si e' messo insieme", c'e' "gioco di squadra" e poi, ha scherzato, il sindaco Andrea Gnassi e' "uno stalker, ma e' servito", mentre i parlamentari locali Pizzolante e Arlotti hanno svolto il loro ruolo, che e' "anche fare lobby per il territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento