Politica

Il segretario regionale Calvano brinda alla vittoria: "Successo straordinario per il Pd e il centrosinistra"

"Lo scrutinio di questa tornata di Elezioni Amministrative prosegue ma si profila un successo straordinario"

Brinda alla vittoria elettorale il segretario regionale del Pd dell'Emilia-Romagna Paolo Calvano che, in una nota stampa, sottolinea come "Lo scrutinio di questa tornata di Elezioni Amministrative prosegue ma si profila un successo straordinario per il Partito Democratico e il centrosinistra, in Emilia-Romagna e in tutto il Paese. La larga affermazione di Matteo Lepore a Bologna, quella altrettanto importante di Michele De Pascale  a Ravenna, il netto vantaggio di Jamil Sadegholvaad a Rimini, che potrebbe tradursi in una vittoria già al primo turno, sono risultati importantissimi ottenuti grazie al prezioso lavoro che i candidati, i livelli locali del Pd e le altre forze delle coalizioni di centrosinistra hanno saputo svolgere. Lo stesso lavoro che ci ha portato ad essere davanti ai nostri avversari praticamente in tutti i Comuni sopra i quindicimila abitanti con la netta affermazione di Cesenatico e diversi ballottaggi nei quali possiamo aspirare alla vittoria tra due settimane. Anche i risultati a livello nazionale ci restituiscono il quadro di Pd in salute, unito, capace aggregare  il centrosinistra e di battere una destra sempre più divisa e in confusione. Voglio complimentarmi e ringraziare tutte le nostre candidate e candidati, i segretari provinciali del Pd, i volontari, gli attivisti e tutti coloro i quali ci hanno consentito di ottenere questo risultato che sa di trionfo".

Una "bellissima giornata" grazie a una vittoria "bella e netta" del Pd e del centrosinistra. È raggiante Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna, che arriva in serata in Comune a Bologna per festeggiare l'ingresso a Palazzo d'Accursio di Matteo Lepore, candidato sindaco del centrosinistra vittorioso al primo turno. Un successo che è sembrato chiaro da subito, anche se "le attese vanno sempre confermate dai fatti- sorride Bonaccini- certo, rispetto alle regionali c'era meno thrilling...". Il governatore parla di "risultato netto e molto bello" a Bologna, con Lepore oltre il 62%. Ma allo stesso modo "altrettante notizie arrivano anche da Ravenna e addirittura a Rimini, dove i 5 stelle e la vicesindaco uscente si sono candidati contro di noi, potremmo addirittura farcela al primo turno. Sarebbe clamoroso- afferma Bonaccini- comunque si sta intorno al 50%, ed è già di per sè un risultato straordinario". Il presidente non manca poi di sottolineare che "a Cesenatico abbiamo stravinto e siamo al ballottaggio a Cento e a Finale Emilia". Nel complesso, analizza Bonaccini, "mi pare un voto molto bello e netto che rafforza l'idea che quando il centrosinistra azzecca i candidati, con persone capaci e competenti, e mette insieme coalizioni larghe, non deve temere nessuno. Mi pare davvero la strada giusta", afferma il governatore.

"Il successo al primo turno di Jamil Sadegholvaad a Rimini e quello sfiorato al primo colpo anche a Cattolica, dove Franca Foronchi si presenta al ballottaggio con più del 49% del consenso contro il sindaco uscente, sono la dimostrazione di come il Partito Democratico sia il grande propulsore delle coalizioni di centro sinistra - ha dichiarato il segretario provinciale del Pd di Rimini, Filippo Sacchetti. - Sia nel Comune capoluogo che nella Regina, il Pd è infatti di gran lunga il primo partito della città, la forza di riferimento. Questo risultato, figlio del buon governo riminese e dell’attitudine a ben amministrare la cosa pubblica, ci consentirà di fornire alla amministrazioni del territorio grande sostegno in questa delicatissima fase della ripartenza post Covid. Ma questa giornata si carica di tanti altri significati sia sul piano locale che su quello nazionale: è innanzitutto il segno tangibile di come la rigenerazione di Rimini nel segno della bellezza, del rispetto dell’ambiente, della cultura, del welfare e della qualità della vita dei cittadini sia stata colta da una città che vuole proseguire in questo slancio dal respiro europeo. Jamil raccoglie un testimone importante ed è la persona giusta per farlo: lo abbiamo detto in tutti questi mesi, lo ribadiamo a gran voce ancora una volta. Ha saputo parlare al cuore della città, essere credibile nella sua proposta, dialogare con i riminesi che hanno ritrovato orgoglio e senso di appartenenza. Siamo stati più forti di tutto, di colpi bassi e sovranismi alti, che oggi non solo a Rimini ma fortunatamente in tantissime altre grandi città si sono visti la porta sbarrata. E questo, unito ai risultati nelle due realtà romagnole in cui ci siamo presentati con il nostro simbolo, è l’altra vittoria di queste amministrative. Ora avanti tutta con il sostegno pieno a Franca Foronchi per il ballottaggio e avanti tutta anche per recuperare ancor più il contatto diretto con la gente: l’altro dato incontrovertibile che emerge, in provincia di Rimini, come purtroppo nel resto d’Italia, è infatti quello di un astensionismo mai visto prima. Bisogna riconquistare la fiducia delle comunità ed è quello che ci siamo posti come obiettivo immediato del post Covid: un ritorno fra la gente che ci ha caratterizzato in questi mesi e che i numeri di Jamil Sadegholvaad e Franca Foronchi ci confermano essere la strada maestra per il Pd di oggi e di domani".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il segretario regionale Calvano brinda alla vittoria: "Successo straordinario per il Pd e il centrosinistra"
RiminiToday è in caricamento