rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Politica

"Il servizio di salvataggio in mare va esteso fino a fine settembre": il Pd sollecita la Regione

"Sono cambiate le modalità di fruizione turistica, essendo sempre più frequente una permanenza meno prolungata ma ripetuta, soprattutto nei weekend o in concomitanza di eventi sportivi"

Il Partito democratico sollecita, con una risoluzione che vede prima firmataria Nadia Rossi, l’esecutivo regionale, per la prossima stagione balneare, a estendere almeno fino alla fine di settembre il periodo minimo e obbligatorio del servizio di salvataggio in mare, con l’allungamento anche dell’attività balneare (quest’anno, da ordinanza regionale, compresa fra il 13 giugno e il 13 settembre). L’atto è stato sottoscritto anche da Roberta Mori, Lia Montalti, Marcella Zappaterra, Marco Fabbri e Matteo Daffadà.

È previsto, spiegano i consiglieri, “che durante il periodo di attività balneare debbano funzionare i servizi di salvataggio”. È la Regione, sottolineano, “che ogni anno, con l’ordinanza balneare, stabilisce la durata minima del servizio di salvataggio, in connessione con la determinazione della durata dell’attività balneare”.

Da qualche anno, rimarcano Rossi e colleghi, “sono cambiate le modalità di fruizione turistica, essendo sempre più frequente una permanenza meno prolungata ma ripetuta, soprattutto nei weekend o in concomitanza di eventi sportivi (come il MotoGP di Misano, quest’anno programmato il 13 e il 20 settembre) o culturali; molte famiglie, inoltre, preferiscono programmare le vacanze in settembre”. Anche quest’anno, concludono i dem, “sarebbe stato opportuno prolungare almeno fino al 20 settembre il presidio nelle spiagge della nostra riviera, un servizio indispensabile, tenendo conto dell’affluenza turistica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il servizio di salvataggio in mare va esteso fino a fine settembre": il Pd sollecita la Regione

RiminiToday è in caricamento