Il sottosegretario Toccafondi in visita a Morciano: cerimonia alla biblioteca

Il sottosegretario all’Istruzione Gabriele Toccafondi in visita agli istituti scolastici di Morciano. Intitolata la sala dei ragazzi della biblioteca a Rosanna Tura, bibliotecaria dal 1972 al 1994

“Il valore della nostra scuola non si misura solo dalla qualità della didattica, ma anche dai rapporti umani che essa è capace di creare”. Il sottosegretario all’Istruzione Gabriele Toccafondi in visita agli istituti scolastici di Morciano – Intitolata la sala dei ragazzi della biblioteca a Rosanna Tura, bibliotecaria dal 1972 al 1994

Il sottosegretario di Stato all’Istruzione, Gabriele Toccafondi, si è recato questa mattina in visita alle scuole di Morciano di Romagna. Accompagnato dal sindaco Giorgio Ciotti e dalla giunta comunale, Toccafondi è stato accolto dalla dirigenza scolastica e dal personale docente dell’istituto comprensivo ‘Valle Del Conca’ e dell’istituto superiore ‘Gobetti’. Toccafondi si è soffermato in particolar modo sui progetti didattici finanziati grazie al PON (Programma Operativo Nazionale) promosso dal Ministero dell’Istruzione (aula 2.0, aula 3.0, laboratori, server, rete Wi-Fi e tanto altro) e sulle singole iniziative in capo alle scuole morcianesi. La visita è stata anche l’occasione per fare il punto sui due nuovi indirizzi di studio del ‘Gobetti’ (liceo linguistico e delle scienze umane), con il sindaco Ciotti che ha rimarcato la stretta sinergia tra istituto comprensivo e istituto superiore. “La scuola – ha detto il primo cittadino – non è soltanto il luogo dove i nostri ragazzi passano la mattinata apprendendo delle nozioni, ma dev’essere un motore di rinnovamento della proposta culturale, capace di portare le sue eccellenze anche all’esterno”. Il sottosegretario Toccafondi ha quindi incontrato Gianluca Marchetti, titolare della MT Marchetti di San Giovanni (una delle aziende più note della Valconca), con il quale è stato approfondito il tema dell’alternanza scuola lavoro.

Nel pomeriggio Toccafondi ha quindi partecipato alla cerimonia in occasione dei dieci anni della biblioteca ‘G. Mariotti’ di Morciano. Tanti i morcianesi (e non solo) presenti all’evento. Al sottosegretario e al sindaco Ciotti il compito di intitolare la sala dei ragazzi a Rosanna Tura, bibliotecaria dal 1972 al 1994. Il ricordo di Rosanna Tura è stato affidato all’amica fraterna, la signora Gilda. “Se è vero che chi trova un amico trova un tesoro, io grazie a Rosanna ho trovato il mio. Rosanna era una persona gentile e sincera. Si stupiva quando riceveva dei complimenti, ma era capace di tirar fuori la parte migliore di ognuno di noi. Ricordo con affetto le nostre passeggiate durante le serate estive, passate a condividere gioie e preoccupazioni”. Quindi spazio alle parole di Toccafondi. “Qui a Morciano – ha detto – ho avuto modo di conoscere una vera comunità, fondata su rapporti umani sinceri e genuini, sulla capacità di ascoltare. Il racconto della signora Gilda ne è l’esempio lampante. Sono questi i valori che dovremmo cercare di applicare anche al mondo della scuola. Una scuola che non si fermi più soltanto all’aspetto didattico, ma che sappia riscoprire anche il valore dei rapporti umani”. La cerimonia si è conclusa con le letture curate dalla bibliotecaria Antonietta Agnoletti e dall’assessore alla Cultura Federica Cappai, accompagnate dalle musiche del maestro Filippo Dionigi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento