rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Politica

Insediato il consiglio comunale di Rimini, Giulia Corazzi nuovo presidente, Nicola Marcello vice

Convalidati gli eletti e prestato giuramento di osservare la Costituzione italiana da parte del sindaco Jamil Sadegholvaad; i capigruppo Matteo Petrucci (Pd) e Andrea Bellucci (Rimini rinata); Luca Desio (Lega), Gioenzo Renzi (FdI) e Gloria Lisi per Gloria Lisi per Rimini

Inizia in piena concordia il Consiglio comunale di Rimini, giovedì alla seduta di insediamento dopo le elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre. Tutto liscio infatti sulla scelta, a candidature condivise, del presidente e vicepresidente dell'assise, rispettivamente Giulia Corazzi del Partito democratico e Nicola Marcello di Fratelli d'Italia. Primo appello per il nuovo consesso alle 18.20, preceduto dall'intervento del presidente temporaneo, il consigliere "anziano", quello che ha preso più voti, il dem Edoardo Carminucci. In aula c'è anche Matteo Angelini del gruppo Movimento 3V. "È incredibile essere in questa sala", esordisce Carminucci esprimendo l'"auspicio di contribuire alla bellezza e aprire brecce come chi ci ha preceduto". Occorre dunque, prosegue, "mantenere apertura ai problemi che sono fuori dal consiglio e onorare questa Aula". L'invito alla maggioranza è di "essere sempre disposta al confronto e all'ascolto; l'augurio per l'opposizione di essere attenta, propositiva e costruttiva". A tutti Carminucci chiede toni bassi, "per non ripetere scene di altri consessi". Convalidati gli eletti e prestato giuramento di osservare la Costituzione italiana da parte del sindaco Jamil Sadegholvaad, ecco la scelta dei capigruppo, tra cui, per i gruppi con più consiglieri della maggioranza Matteo Petrucci per il Partito democratico e Andrea Bellucci per Rimini rinata; per la minoranza Luca Desio per la Lega, Gioenzo Renzi per Fratelli d'Italia e Gloria Lisi per Gloria Lisi per Rimini. Il sindaco comunica le deleghe assegnate agli assessori e si affronta la nomina di presidente e vicepresidente del consiglio comunale, che da statuto è a scrutinio segreto con i due terzi dei consiglieri.

Se non si ottiene la maggioranza qualificata, la nomina è sospesa per sette giorni e avverrà a maggioranza assoluta. Entra l'urna e il segretario generale Luca Uguccioni chiama al voto i consiglieri: per Corazzi e Marcello 32 voti e una scheda bianca. "È un momento molto importante", commenta Corazzi ricordando di essere entrata in consiglio cinque anni fa, "con temerarietà e incoscienza. Ho imparato tanto" e "spero di essere un punto di riferimento per tutti". La pandemia, prosegue, ha lasciato "tante criticità" e serve "un nuovo grande patto sociale", conclude, tra servizi decentrati, scuola sicura, donne al centro delle politiche di conciliazione, sostegno a imprese e lavoratori. "Sono un ripetente, ho coperto questo ruolo anche nella precedente legislatura", le fa Marcello assicurando che darà il suo contributo per questo "periodo difficile. Invito a comportamenti corretti e alla serietà, senza sceneggiate. Dobbiamo collaborare tutti", conclude.
(Agenzia Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insediato il consiglio comunale di Rimini, Giulia Corazzi nuovo presidente, Nicola Marcello vice

RiminiToday è in caricamento