Insegnanti, bufera sugli scatti: "Nessun prelievo dalla busta paga"

"La vicenda - aggiunge - è stata risolta mercoledì mattina grazie alla nostra posizione e della ministra Carrozza, ma la ferita resta aperta".

“Pensare di far cassa sulle spalle degli insegnanti, che sono tra i meno pagati d'Europa, era un errore grave e paradossale". E' quanto afferma la parlamentare riminese Pd Emma Petitti, secondo la quale "la decisione del governo di rinunciare alla restituzione degli scatti maturati nel 2013 è un successo del Pd". "La vicenda - aggiunge - è stata risolta mercoledì mattina grazie alla nostra posizione e della ministra Carrozza, ma la ferita resta aperta".

"Non si possono pretendere ulteriori sacrifici dalla scuola, un settore che negli ultimi anni è stato già fortemente penalizzato. L'ipotesi della restituzione degli scatti avrebbe causato un aggravio dei problemi e vanificato gli sforzi fatti finora per sostenere la scuola e gli insegnanti, a cui affidiamo la formazione delle nuove generazioni e dunque il futuro del nostro Paese - chiosa Petitti -. Quel termine 'erroneamente' va cancellato, appartiene ad una stagione fallimentare con la quale abbiamo chiuso. L'Italia ripartirà solo investendo in scuola, formazione e lavoro, che per il Pd sono priorità assolute".
 
La parlamentare sprona l'esecutivo ad "accelerare sulle politiche attive per l'occupazione, i dati Istat sui tassi di disoccupazione di novembre sono drammatici e mostrano un ciclo economico ancora molto debole, che ha bisogno di misure shock per creare nuovi posti, allargare le garanzie e rilanciare gli investimenti. Non c'è Job Act che funzioni se prima non avvieremo una profonda fase di ristrutturazione territoriale e tematica dei centri per l'impiego e delle politiche di ingresso sulla base del modello suggerito dalla raccomandazione della Commissione europea. Si devono introdurre il salario minimo per ora lavorata, una riforma complessiva degli ammortizzatori in senso universalistico, tutele previdenziali per i lavoratori discontinui, una nuova legge sulla rappresentanza sindacale e il pieno mantenimento dell'articolo 18”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento