L’amministrazione Morelli di San Giovanni punta al cuore del Natale

Attenzione continua al sociale ed impegno nella promozione di un lavoro d’insieme con le realtà attive sul territtorio marignanese

Il Natale e la fine dell’anno sono l’occasione per valutare, riflettere e rilanciare forme  di prevenzione della  povertà e sostegno alle fasce deboli e ad elevata vulnerabilità sociale. L’Amministrazione marignanese ha incontrato le Caritas di San Giovanni e della frazione di Montalbano, impegnate nell’accoglienza ed ascolto delle situazioni di difficoltà economica e sociale, per confrontarsi ed approfondire una conoscenza reciproca della situazione attuale sul territorio e con l’intento di trovare insieme le strategie più efficaci per intercettare la povertà reale ed evitare le forme degenerative dell’assistenzialismo puro. Il quadro di riferimento delle Caritas e dell’Ente pubblico sono in continua evoluzione, dovuta alle nuove leggi regionali e nazionali; risulta quindi fondamentale trovare sinergie che permettano di non sovrapporre gli interventi o lasciare importanti richieste senza risposta. Intento dell’Amministrazione è stato di informare le Caritas sugli attuali servizi e strumenti dei Servizi Sociali e stimolare una collaborazione anche tra le Caritas stesse.

Nelle ultime settimane, l’Amministrazione Morelli ha scelto di finanziare formule di sostegno concreto per le famiglie e i cittadini in difficoltà. Attraverso una Delibera di Giunta Comunale è stato rifinanziato il Fondo per il Microcredito, progetto in convenzione con il Comune di Cattolica, Banca Credito Cooperativo di Gradara e Caritas di Cattolica dal 2015.  Si tratta di un vero e proprio strumento di prevenzione della povertà, attraverso il quale la persona usufruisce di un credito, da restituire rateizzato, che gli permette di far fronte a spese mediche, di locazione, spese scolastiche, mantenimento minori , corsi professionali che prevedono inserimento lavorativo; il tutto, all’interno di un percorso personalizzato seguito dal personale dei Servizi Sociali o dai Volontari Caritas. Inoltre, entro la fine dell’anno, oltre 60 famiglie in difficoltà economica accertata, beneficeranno di vaucher spesa direttamente spendibili e vincolati e beni  alimentari essenziali e di sopravvivenza, negli esercizi convenzionati.

L’amministrazione sta verificando anche la fattibiltà di attivare un percorso con un maggior numero di attività economiche  marignanesi per stimolare l’adesione a questo percorso virtuoso ed agire così sul doppio binario dell’aiuto alle fasce deboli e valorizzazione delle attività economiche locali. Il Sindaco Morelli e l’Assessore Bertuccioli dichiarano: “Abbiamo deciso di incontrare periodicamente le Caritas locali, ma anche tutte le associazioni no profit attive costantemente sul territorio, perchè è  forte la consapevolezza di quanto sia importante, in una realtà sociale così mutevole e precaria, creare forti sinergie tra tutti gli attori in campo e ripensare costantemente nuovi modelli di intervento. Ringraziamo le Caritas per la loro disponibilità e vicinanza e procederemo ad inviare loro uno schema aggiornato su tutti i servizi attivi presso il nostro Comune.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento