L'antenna non mette radici a Viserba, Erbetta: "Grande vittoria grazie alla tenacia dei residenti"

"Ora tocca spostare il progetto dell'antenna all'Ina Casa. I residenti hanno il diritto ad essere tutelati perché l'antenna risulterebbe troppo vicina al campo sportivo e alle scuole"

Il consigliere comunale di Rinascita Civica Mario Erbetta interviene sulla vicenda dell'antenna a Viserba. "Grande vittoria per i Viserbesi. Dopo una lunga lotta e una mobilitazione di massa oltre a un ricorso al Tar ecco che si trova la soluzione. L'antenna in Via Baroni non si monta e non si monta neppure l'altra prevista in zona. Si spostano entrambe nella zona artigianale. Ci voleva tanto? Solo un po' di buon senso da parte del Comune che può e deve riuscire a programmare dove poter fare installare nuove antenne sempre se servono".

Prosegue Erbetta: "C'e' bisogno di una programmazione seria comunale che identifichi le zone disponibili lontane da luoghi sensibili e dai centri ad alta densità abitativa. Una grande vittoria dei Viserbesi che con tenacia e forza hanno costretto a una retromarcia unica il Comune e Iliad. Ora tocca spostare il progetto dell'antenna all'Ina Casa. Si può e si deve fare perché anche gli abitanti della zona  hanno il diritto ad essere tutelati perché l'antenna risulterebbe troppo vicina al campo sportivo dei Delfini e alle scuole presenti. Sarò al loro fianco in questa battaglia come sono stato al fianco degli abitanti di Viserba. La salute dei cittadini prima di tutto. Questa tutela sarà un serio impegno che realizzerò  se diventerò sindaco".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

Torna su
RiminiToday è in caricamento