L'assessore Pruccoli: "Serve nuova normativa per tensostrutture"

L'Assessore ai lavori pubblici e urbanistica di Riccione, Maurizio Pruccoli, intervenien a proposito dell'esigenza di una nuova regolamentazione delle strutture pressostatiche o tensostrutture presenti sul territorio comunale

L’Assessore ai lavori pubblici e urbanistica di Riccione, Maurizio Pruccoli, intervenien a proposito dell’esigenza di una nuova regolamentazione delle strutture pressostatiche o tensostrutture presenti sul territorio comunale. "Il nuovo assetto strutturale voluto dall’Amministrazione comunale, che ha caratterizzato la riorganizzazione dei settori urbanistici ed edilizi, ha comportato un’azione più incisiva di controllo del territorio, finalizzata alla verifica del rispetto delle norme edilizie ai fini della tutela dell’interesse pubblico e all’ordinato sviluppo urbano così come delineato dagli strumenti urbanistici", esordice Pruccoli.

"L’Amministrazione comunale è impegnata in una ricognizione delle diverse strutture “precarie”, quali quelle pressostatiche,  tensostrutture,  geodetiche, reticolari ecc. che nel corso degli anni sono state istallate principalmente negli impianti sportivi pubblici e privati ma anche in aree di altra natura - prosegue l'assessore -. Tali strutture non presentano nell’attuale RUE, ma anche nel precedente PRG, una disciplina puntuale e generalizzata ma solo taluni richiami nell’ambito delle strutture sportive comunali, così come peraltro nella maggioranza degli strumenti urbanistici dei comuni".

Pruccoli registra "con soddisfazione gli interventi bi-partisan, apparsi nei giorni scorsi sulla stampa, diretti a dotare il Comune di Riccione di una nuova regolamentazione di tali strutture, nel rispetto da un lato della legge nazionale e regionale e, dall’altro, dei principi di par-condicio tra i cittadini e le associazioni nonché sulla base di una ricognizione in corso rispetto a quanto già disciplinato da parte di taluni comuni romagnoli. La nuova normativa dovrà essere più sensibile alle esigenze delle associazioni sportive, culturali e religiose, al fine di circoscrivere l’entità del fenomeno alle reali esigenze collettive e prive di lucro, al fine di contemperare tale pubblico interesse con l’esigenza di tutela del paesaggio e del tessuto urbanistico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento