Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

L’attività in Consiglio regionale di Giorgio Pruccoli nel 2016

Presentati quattro progetti di legge; proposti quattro ordini del giorno, avanzate sei interrogazioni e ben 34 risoluzioni

Giorgio Pruccoli, Consigliere regionale del Pd e Questore dell’Ufficio di Presidenza della Regione è stato protagonista ben 48 volte in Consiglio regionale nell’arco del 2016. Un’intensa attività di proposta legislativa soprattutto in campo turistico, economico e culturale, che l’ha visto tra i consiglieri più attivi. Quattro i progetti di legge presentati, dei quali due (quello a sostegno dell’editoria locale del 21 settembre del quale è stato anche relatore e quello sulle “Misure di riduzione della spesa e destinazione dei risparmi”, cioè sul taglio sui vitalizi dei consiglieri regionali del 23 settembre), come primo firmatario. Gli altri due progetti di legge firmati sono stati quelli su: “Istituzione della banca regionale della terra” (1 luglio) e “Valorizzazione delle manifestazioni storiche dell’Emilia-Romagna” (29 luglio).

I quattro ordini del giorno proposti assieme ad altri consiglieri hanno riguardato temi quali l’ambiente e il territorio; l’economia e la finanza regionale; la cooperazione con i Paesi in via di sviluppo e il bilancio di previsione della Regione. Sei le interrogazioni delle quali una (sull’attività del mercato ittico di Bellaria Igea Marina) come primo firmatario. Le altre hanno chiesto informazioni sugli interventi riguardanti la piattaforma Morena I e la struttura mobile Key Manhattan che si trovano nel tratto di mare davanti a Cesenatico; sul Parco eolico di Poggio Tre Vescovi riguardante Verghereto e Casteldelci; sull’impianto di rigassificazione di Porto Viro (tra Ferrara e Rovigo); sulle cooperative beneficiare di contributi pubblici e sulla velocizzazione delle procedure per la riduzione del rischio sismico.

Le risoluzioni (che sono atti con i quali un consigliere indirizza politicamente una Giunta ottenendo la promessa di un impegno a raggiungere determinati obiettivi), sono state ben 34. Tra queste, sei nelle quali Pruccoli è stato primo firmatario: sulla sostenibilità di un progetto per una fruizione più agevole del patrimonio storico e culturale regionale da parte dei residenti; sulla predisposizione di una campagna sul valore sociale della lingua latina e della classicità e per reintrodurre il latino come lingua extra curriculare nelle scuole secondarie di primo grado; sulla limitazione dello spreco alimentare attraverso la ricollocazione delle merci ancora commestibili; sull’esposizione ai campi magnetici promuovendo l’interramento delle linee; sulla sostituzione del pesce estero con quello delle coste emiliano-romagnole nelle mense scolastiche; sullo sviluppo turistico e commerciale delle zone a cavallo fra Emilia-Romagna, Marche e San Marino quale area ad alta qualità ospitale e culturale.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’attività in Consiglio regionale di Giorgio Pruccoli nel 2016

RiminiToday è in caricamento