La candidata a sindaco di Riccione incontra i bagnini della Perla Verde

La Vescovi ha subito premesso “ho chiesto un incontro col commissario, al quale vorrei partecipassero anche gli altri candidati sindaco, per chiedere che siano assicurati e garantiti gli appuntamenti della stagione estiva"

Martedì mattina alle 9, Sabrina Vescovi, candidata sindaco del Pd, di “Immagina Riccione” e “SiAmo Riccione” ha incontrato il direttivo della Cooperativa Bagnini di Riccione assieme all’ingegner Matteo Pratelli di Immagina Riccione, Mauro Montanari di SiAmo Riccione e all’ex consigliere comunale del Pd Alberto Arcangeli. La Vescovi ha subito premesso “ho chiesto un incontro col commissario, al quale vorrei partecipassero anche gli altri candidati sindaco, per chiedere che siano assicurati e garantiti gli appuntamenti della stagione estiva e tutto quanto va messo in campo in vista dell’estate. Riccione non può essere lasciata sola in questo periodo dell’anno. Al commissario porrò anche il problema della gestione degli eventuali divieti di balneazione; quali eventuali azioni intenda mettere in campo in tema di ripascimento, e chiederò anche che venga riaperto il posto estivo di Polizia al fine di garantire il corretto presidio di sicurezza sulla spiaggia; ivi compresa l’importante azione svolta dai NAC”.

Continuando ad analizzare le specifiche tematiche della categoria, dichiara: “Ho sempre seguito I temi che vi riguardano da vicino. – ha aggiunto – ma voglio sapere quale voi pensiate possa essere la strada da seguire. Ci sono forti conflittualità fra le categorie che lavorano in spiaggia e questo non agevola il lavoro da fare nell’interesse del turista. Eppure, o si fa sistema fra di noi, con gli antri enti locali e con la Regione, oppure siamo destinati a sparire dalla scena turistica internazionale. Già oggi, per una serie di dinamiche, abbiamo perso smalto come località turistica E questo ha contratto la capacità d’investimento di chi opera nel turismo”. “Sul regolamento di spiaggia – ha insistito Vescovi – va detto che è poco chiaro ed è questa scarsa chiarezza che ha finito per mettere gli operatori gli uni contro gli altri. Si deve fare uno sforzo di mediazione, che guardi al futuro anche destagionalizzando la spiaggia con “sport al mare” e “mare d’inverno”; in una logica “win-win”, per la quale tutti siano soddisfatti”.

Sulla normativa Bolkestein: “L’onorevole Tiziano Arlotti è relatore della Legge Delega. Questo ci permette di metterci al vostro fianco perchè la spiaggia, che è il volano indiscusso della vacanza, ha bisogno di essere supportata dalla politica. Non ci sono categorie economiche di serie A o B. Ci sono imprenditori che devono avere redditività per poi investire altrimenti la città si ferma”. Diego Casadei, presidente della Cooperativa Bagnini ha portato all’attenzione della candidata sindaco un elenco molto ampio e ragionato delle priorità sulle quali la categoria ritiene si debba intervenire. Le questioni poste dalla coop bagnini saranno trattate in un successivo ed ulteriore incontro nelle prossime settimane, quando il programma di governo del sentro sinistra sarà presentato alla città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento