La candidata a sindaco Morena Ripa: "Riorganizzazione della Società Geat"

Per l'esponente del Movimento Fare: "L'imperativo categorico è razionalizzare, riorganizzare e ottimizzare le risorse"

Le parole d'ordine sono "razionalizzare,  riorganizzare e ottimizzare le risorse" per il candidato a sindaco di Riccione, per il Movimento Fare, Morena Ripa che ha l'obiettivo di riorganizzare la società municipalizzata della Perla Verde Geat. "L’assenza di analisi preventive e di valutazioni consuntive - spiega la Ripa - con evidente mancanza di programmazione strategica degli interventi ha rivolto la mia attenzione ad una proposta di un nuovo modello di “governace” per la società GEAT come già fatto da Flavio Tosi a Verona sulle società AGSM e AMIA, in coerenza con i principi costituzionali del buon andamento e imparzialità dell’azione amministrativa oltre che con quello dell’ ottimizzazione delle risorse finanziarie. Propongo pertanto un progetto che vede coinvolti l’Amministrazione Comunale, le associazioni di categoria, le organizzazioni sindacali e gli operatori economici attivi sul territorio".

"In particolar modo - è il progetto della candidata a sindaco - la Società Geat può individuare e portare a termine progetti strategici in ambito di gestione del turismo, servizi sociali, rifiuti, illuminazione pubblica, manutenzione strade comunali , cimiteri, verde Pubblico,  ect reperimento risorse da bandi e fondi pubblici nazionali ed europei per imprese ed enti locali; non ultima la possibilità di svolgere mansioni di stazione appaltante nel caso di importanti appalti sul territorio. Per la nomina degli organi di vertice, individuali e collegiali, di amministrazione e di controllo la GEAT, ai fini di migliorare i livelli di efficacia e di efficienza dell'azione amministrativa, occorre attingere a metodologie e tecniche gestionali proprie delle aziende private. E’ di primaria importanza individuare i compiti di direzione politica per separarli da quelli di gestione societaria; a cui è affidata la piena responsabilità per il funzionamento della struttura ed il compimento degli obiettivi, mentre agli organi politici locali vengono riservati i poteri di indirizzo, programmazione e di verifica dei risultati sull'attività".

"La valutazione dei risultati - conclude la Ripa - inciderà  non solo sulla responsabilità dirigenziale e delle  relative sanzioni, ma anche sulla selezione per l’accesso agli uffici dirigenziali, costituendo così un limite alla discrezionalità degli organi politici comunali. Grazie al sistema di valutazione dei risultati sarà possibile, in caso di mancato raggiungimento degli obiettivi, impedire il rinnovo dello stesso incarico e nei casi più gravi, la revoca dell’incarico o il recesso dal rapporto di lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento