"La città è immobile, si deve spingere sui mercati esteri": l'affondo di Riccione Civica

"Anche nel 2019 assistiamo ad un calo delle presenze straniere. Fenomeno che per altro non si registra nei comuni a noi vicini"

Giovedi 19 in consiglio comunale, chiederemo a questa amministrazione di spingere finalmente sulla promozione della nostra città sopratutto sui mercati esteri - affermano i consiglieri di Riccione Civica. Un impegno formale che si concretizza con la destinazione di 300.000 euro di investimenti in promo commercializzazione sopratutto all’estero della nostra destinazione turistica. Viviamo di turismo e del suo indotto quindi non ci rassegnamo a questa situazione di scarsa visibilità alla quale ci siamo purtroppo abituati, su mercati ad alto valore aggiunto. Purtroppo la nostra capacità di raggiungere e dialogare sui mercati esteri si è dimostrata troppo debole ed inefficace. Anche nel 2019 assistiamo ad un calo delle presenze straniere. Fenomeno che per altro non si registra nei comuni a noi vicini in modo così significativo. Oggi più che mai i nostri concorrenti esteri si dimostrano attraenti e capaci di intercettare una domanda di turismo internazionale che secondo accreditati studi di settore vedrà espandersi nei prossimi anni in modo significativo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Continuano i consiglieri: "Questa amministrazione purtroppo è rimasta immobile di fronte ad uno scenario che è mutato significativamente negli anni e la città a questo punto pretende in modo formale che si inizi un percorso virtuoso almeno nel comunicare fuori confine quello che siamo e che possiamo ancora offrire. La strada per poter affermare che Riccione ed il suo territorio sono presenti ed ancora vivi sarà lunga e complessa. Dopo anni di mancati investimenti strategici in riqualificazione urbana che avrebbero dovuto prendere forma partendo dal cuore della zona turistica, uniti ad una politica sterile di spese enormi per “eventi” che hanno dimostrato di non essere adeguatamente ripagati dai fatturati dei nostri operatori,  la città non deve e non può dimenticarsi di essere presente presentandosi sui mercati più interessanti. L’idea di città che questa amministrazione ha proposto si è rivelata debole e fallimentare,  oggi tutti se ne stanno rendendo conto a vari livelli. Almeno torniamo a comunicare quello che sappiamo fare bene. Più azioni concrete e meno trucco e parrucco".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • "Correte ho ucciso mia moglie", l'assassino confessa il delitto alla polizia di Stato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento