menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La deputata del Pd Emma Petitti porta il caso Mutoid in Parlamento

Dichiarare l'interesse culturale di Mutonia riconoscendo il valore artistico ed etnoantropologico della Mutoid waste company e la rilevanza paesaggistica dell’insediamento. E' la richiesta avanzata dal deputato Pd riminese Emma Petitti

Dichiarare l'interesse culturale di Mutonia riconoscendo il valore artistico ed etnoantropologico della Mutoid waste company e la rilevanza paesaggistica dell’insediamento. E' la richiesta avanzata dal deputato Pd riminese Emma Petitti, che ha predisposto un'interrogazione – sottoscritta anche dal collega Tiziano Arlotti e dagli altri parlamentari Pd dell'Emilia-Romagna – al ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Massimo Bray.

L'interrogazione ripercorre la storia della Mutoid waste company sin dal suo insediamento nel 1990 lungo il fiume Marecchia a Santarcangelo di Romagna, evidenziando il valore dell'opera artistica dei Mutoid e i legami con la comunità santarcangiolese. “L'insediamento è di per se stesso un'opera artistica, esperienza unica sia a livello nazionale che internazionale – sottolinea Petitti -. La Mutoid waste company ha avuto negli anni importanti riconoscimenti del valore della sua opera artistica, una performance con le loro sculture e installazioni è stata inserita nella cerimonia di chiusura delle Paraolimpiadi delle scorso anno a Londra e la comunità è stata oggetto di analisi sociologiche e artistiche”.

“La Città di Santarcangelo di Romagna ha accolto l'insediamento con favore – prosegue -, ed oggi i membri della Mutoid waste company e i loro figli contano numerosi legami con la comunità locale: i ragazzi frequentano regolarmente le strutture scolastiche cittadine e l'insediamento è meta di visite di singoli, gruppi e scolaresche”.

“La Mutoid waste company rappresenta ad oggi un'esperienza culturale e sociale unica – concude Petitti - ed un veicolo di promozione turistico-culturale notevole per la città di Santarcangelo di Romagna. Per questo chiediamo al ministro di adoperarsi per dichiarare l'interesse culturale e la rilevanza paesaggistica dell'insediamento, riconoscendone l’interesse artistico e etnoantropologico, anche in considerazione della difficoltà di identificare un esatto strumento autorizzativo che colga a pieno il valore non solo dell’opera artistica, ma anche quello socioculturale della comunità”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento