menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Lega in regione chiede di risolvere problema dei lupi e risarcire gli allevatori danneggiati

L'interrogazione, a prima firma Montevecchi, chiede alla Regione più fondi per le aziende agricole che hanno subito perdite di bestiame: "Fenomeno in costante aumento, le risorse messe in campo non bastano"

"Bisogna trovare al più presto una soluzione al problema delle predazioni da parte dei lupi". Lo chiede un'interrogazione della Lega, a prima firma Matteo Montevecchi, che chiede alla Regione di stanziare più risorse per garantire un risarcimento congruo alle aziende agricole e agli allevatori che hanno subito la perdita di ovini e bovini. "Questo fenomeno è in costante aumento e ha coinvolto anche l'entroterra romagnolo e riminese e le risorse messe in campo dalla Regione per la prevenzione non sono tutt'ora sufficienti", sottolinea il Carroccio, che chiede alla Giunta di tenere conto, per quanto riguarda i risarcimenti, anche dei danni diretti (mancato reddito del capo ucciso) e indiretti (aborti, diminuzione produzione latte, spese veterinarie per capi feriti).

"Il ritorno in massa del lupo stravolge le attività delle aziende, costringendole a non lasciare più animali allo stato brado, mantenendo una vigilanza costante su greggi e mandrie per proteggerle. Il lavoro dei pastori e degli allevatori sta diventando sempre più complesso e oneroso. Non è accettabile che gli allevatori e gli agricoltori, esasperati, abbiano come impegno principale quello di doversi difendere dagli animali selvatici". L'interrogazione è stata sottoscritta anche da: Emiliano Occhi, Valentina Stragliati, Maura Catellani, Simone Pelloni, Michele Facci, Massimiliano Pompignoli, Gabriele Delmonte, Andrea Liverani, Fabio Rainieri e Matteo Rancan.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Alla scoperta dei luoghi della fede: il viaggio è anche online

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento