Politica

La lista civica Siamo Rimini richiama all'unità: "Basta arroganza"

La riunione di venerdì prossimo della Direzione del Partito democratico di Rimini dovrebbe dirimere la questione primarie, ma gli alleati già scalpitano

La riunione di venerdì prossimo della Direzione del Partito democratico di Rimini dovrebbe dirimere la questione primarie, ma gli alleati già scalpitano. La lista civica Siamo Rimini, già schierata in caso a favore di Emma Petitti su Jamil Sadegholvaad, i due possibili competitor, bacchetta infatti gli alleati per "alcune arroganti dichiarazioni delle ultime settimane che non hanno fatto altro che avvelenare un clima di per sè abbastanza teso, vanificando forse la possibilità di costruire insieme un patto di coalizione che possa permettere di superare l'attuale impasse". La lista crede ancora nella possibilità di convergere su un unico candidato, di "dare vita a questo grande patto di coalizione e lavoreremo, con impegno, affinchè ciò accada per il bene della città e del centrosinistra". E in caso di primarie sosterrà "senza esitazioni" Petitti, nella quale ravvisa "le giuste competenze, professionalità e sensibilità, per poter dare nuovo impulso a Rimini". Ma saprà anche "appoggiare una persona diversa da lei in caso di sconfitta, in un'ottica di lavoro efficace per la città, che non si basi esclusivamente su personalismi qualunquistici". La lista ha anche pronto l'elenco delle priorità: politiche sociali; ambiente e infrastrutture; viabilità; periferie; rilancio sostenibile delle attività produttive; collaborazione con le associazioni; sicurezza; cultura e scuola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La lista civica Siamo Rimini richiama all'unità: "Basta arroganza"

RiminiToday è in caricamento