menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La presidente del Consiglio comunale tra le tifose di Emma Petitti sindaco e Fratelli d'Italia va all'attacco

A scendere in campo in difesa di Sara Donati è la politologo di fama internazionale Nadia Urbinati

La corsa per la candidatura a sindaco di Rimini inizia ad accendere sempre di più gli animi. Giovedì è stato presentato il manifesto a sostegno della candidatura di Emma Petitti, attualmente presidente dellìAssemblea legislativa dell'Emilia Romagna. Un documento firmato da 90 donne, fra cui anche la presidente del Consiglio comunale Sara Donati. Tanto è bastato per saltare sulla sedia Fratelli d'Italia, a Rimini. 

90 donne firmano per Emma Petitti

"Non è accettabile da parte di una figura super partes eletta all’unanimità da tutto il Consiglio comunale, l’entrata nella bagarre politica a sostegno dell’uno o dell’altro candidato del PD", ha tuonato il leader Gioenzo Renzi. E Fratelli d'Italia chiede infatti le sue dimissioni. A questa richiesta ribatte la politologa riminese Nadia Urbinati, docente negli Stati Uniti che afferma: "Lo stile e il tono delle loro dichiarazioni non valgono a dare legittimità alla loro richiesta di dimissioni e a giustificare la loro critica a Sara Donati per aver detto per chi si schiererà alle prossime elezioni comunale. Gli amici di Fratelli d’Italia dovrebbero sapere che la funzione del Consiglio comunale è politica non giurisdizionale e che la Pesidente del Consiglio comunale non è una giudice dalla quale si dovrebbe pretendere di essere super partes. Il Consiglio è un organismo politico e decisionale, limitatamente alle funzioni amministrative del Comune, ovvero è squisitamente politico dall’inizio alla fine.  Il fatto poi che la sua Presidente sia stata eletta da tutti i consiglieri, ovvero all’unanimità, non la rende un attore neutro, senza giudizio politico personale, o appunto super partes come un giudice".

Prosegue Urbinati: "La funzione del Presidente del Consiglio comunale è di dirigere imparzialmente e ordinatamente i lavori del Consiglio, ma non di dismettere i panni politici ed essere senza più parti di riferimento. Se così fosse, un presidente varrebbe un altro. Se così fosse, che senso avrebbe sceglere il Presidente del Consiglio comunale tra un gruppo politico invece che un altro? Ma il Presidente non è indifferente alle parti. Sara Donati non ha restituito la tessera del PD una volta che è stata eletta Presidente del Consigilio e non ha abdicato al giudizio politico, pro e contro. Se poi questa spiegazione non convince, allora si ponga mente alla ragione per cui il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dopo le dimissioni di Giuseppe Conte, abbia dato a Roberto Fico (Presidente della Camera) l’incarico di esplorare la possibilità di una maggioranza parlamentare. Anche se la Senatrice Elisabetta Casellati ricopre la seconda carica dello Stato in quanto Presidente del Senato, Mattarella non si è rivolto a lei. E ragionavolemnete e legittimamente! Perchè il Presidente sa bene che lei super partes non lo è nemmeno quando siede a dirigere il Senato: appartiene comunque a un partito di opposizione rispetto alla maggioranza che era in campo. E l’appartenenenza della Senatrice Casellati a Forza Italia non solo non è mai venuta meno, non solo non si è mai celata ma al contrario è stata sfoderata in più di un’occasione, ogni qualvolta la Senatrice ha voluto liberamente esprimere le sue opinioni di parte sull’operato del governo. Nessun Senatore si è tuttavia neppure sognato di chiederne le dimissioni. Quindi, la richiesta di Fratelli d’Italia è strumentale. Il segno che la campagna elettorale è comunciata. Che non è una bagarre ma una dignitosa contesa, il sale della democrazia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rimini sotterranea tra misteri e curiosità

Attualità

Simona Ventura fa tappa anche in un famoso locale della Valmarecchia

Attualità

Ciak in Romagna, avanti con i casting per il film "Le proprietà dei metalli"

Auto e moto

Cambio gomme: scatta l'obbligo di montare le estive


Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Speciale

    In fila alla cassa o sdraiati sul divano?

  • Cronaca

    Un videogame ambientato a Rimini coi personaggi della città

  • Video

    VIDEO | Tromba d'aria in mare

Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento