Politica

"La sicurezza non si improvvisa", l'attacco di Rinascita Civica dopo la richiesta di Gnassi

Il referente Colonna definisce "tardiva" la richiesta del sindaco in tema di rinforzi di Polizia al ministro Lamorgese

"Una richiesta tardiva". Queste le parole di Gabriele Colonna, referente di Rinascita Civica per la sicurezza, cultura e digitale. Colonna ritiene che la richiesta avanzata dal sindaco Gnassi alla ministra dell'Interno Luciana Lamorgese in tema di rinforzi sia fuori tempo. "Verrebbe da dire, amaramente sia chiaro, meglio tardi che mai, ma il rischio che sia realmente troppo tardi è forte - afferma Colonna - Solo in questo ultimo anno, più precisamente sin da febbraio, come Rinascita Civica abbiamo iniziato a segnalare puntualmente e in maniera circostanziata la scarsa sicurezza già presente in città arrivando a portare il tema direttamente in consiglio comunale con due specifiche interrogazioni in data 20 maggio e 3 giugno, tra l’altro ancora in attesa di risposta scritta".

Il referente spiega che "non si può sempre arrivare all’ultimo momento a cercare soluzioni a situazioni etichettate come ‘eccezionali’ quando invece esistono e persistono già da tempo. La gestione della sicurezza non si può improvvisare, serve una seria pianificazione che preveda l’implementazione dei servizi di videosorveglianza attiva su tutto il territorio e la creazione di un apparato di sicurezza che preveda il coinvolgimento sia del settore pubblico quanto del privato, come società di sicurezza privata, rappresentanti delle categorie economiche, protezione civile e associazioni di polizia in pensione. solo così potremo ristabilire in maniera continuativa e duratura l’ordine in questa città dando supporto e ausilio alla ripresa economica del centro storico, della zona mare, della città intera". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La sicurezza non si improvvisa", l'attacco di Rinascita Civica dopo la richiesta di Gnassi

RiminiToday è in caricamento