Domenica, 19 Settembre 2021
Politica

"La stazione terra di nessuno", Erbetta denuncia risse, rapine e accoltellamenti oramai quotidiani

Il candidato a sindaco di Rimini punta il dito contro l'avversario e assessore Sadegholvaad: "Non ha ancora risposto alle mie due interrogazioni urgenti nonostante siano passati più di due mesi"

Il degrado nella zona della stazione ferroviaria di Rimini è al centro di un intervento di Mario Erbetta, espnente di Rinascita civica e candidato a sindaco della città, che sottolinea come oramai l'area di piazzale Cesare Battisti sia "terra di nessuno". Dopo l'accoltellamento di domenica sera, Erbetta riporta una nuova rissa tra extracomunitari avvenuta nella tarda mattinata di lunedì ricordando coma "da tempo" denunci in consiglio comunale " il degrado e come la nuova cattedrale nel deserto sia ostaggio di delinquenti, balordi e spacciatori". "Ma è possibile - si domanda l'aspirante sindaco - che nessuno capisca che serve una postazione fissa di polizia H24 in stazione e in particolare in questi giorni di grossa affluenza? Cosa ha fatto l'assessore alla Sicurezza e candidato a Sindaco in questi mesi che denuncio il degrado della stazione? Ad oggi l'assessore non ha ancora risposto alle due interrogazioni urgenti nonostante siano passati più di due mesi, ma ciò che e' peggio non ha fatto nulla per prevenire ciò che poi e' avvenuto: aggressioni, violenze, accoltellamenti, risse e spaccio. E' inutile fare grandi opere se poi le stesse sono lasciate in balia di delinquenti. E' ora di cambiare! E' ora di un serio piano per la sicurezza dei cittadini che metta da parte il buonismo di questa Giunta e del PD. Serve pattugliamento del territorio e serve adesso, come servono più unità cinofile, più telecamere e più sicurezza partecipata. Serve tolleranza zero contro balordi, delinquenti e baby gang. Per questo chiedo ai cittadini Rimini di votare Erbetta Sindaco per una Rimini più sicura". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La stazione terra di nessuno", Erbetta denuncia risse, rapine e accoltellamenti oramai quotidiani

RiminiToday è in caricamento