Leonardo Bindi e la ricetta per la tutela dell’ambiente e il rispetto del territorio

Il candidato sindaco della lista civica San Leo Progetto Comune illustra il programma green

“Ogni cittadino deve avere la possibilità di vivere in un ambiente sicuro, sano e gradevole e l’amministrazione promuoverà interventi ispirati da una visione unitaria integrata delle problematiche ambientali e urbanistiche-territoriali attuando soluzioni mirate alla salvaguardia della salute pubblica, al corretto uso del territorio in termini di sviluppo sostenibile, alla conservazione e riqualificazione dello stesso, alla salvaguardia dei beni culturali, ambientali e artistici, all’uso di fonti rinnovabili e risparmio energetico, all’arredo urbano e alla cura e manutenzione delle aree verdi pubbliche”. Questa la premessa del candidato sindaco Leonardo Bindi per illustrare le proposte in materia della lista civica San Leo Progetto Comune.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Queste le direttrici in cui si articolerà: istituzione del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti con metodiche di raccolta efficienti e monitoraggio continuo e costante della gestione. per quanto si possano aumentare i punti di raccolta, l’attuale sistema non permette tecnicamente di superare percentuali di raccolta differenziata pari a circa il 40/50%. Sarà dunque massima l’attenzione per attivare nuove metodologie di raccolta, dove consentito e possibile, alla luce del recente piano dei rifiuti regionale. il comune di San Leo sta progettando insieme a Montefeltro Servizi il nuovo sistema di raccolta differenziata dei rifiuti, per raggiungere almeno il 65% di R.D. e soprattutto completare il percorso della tariffazione puntuale obbedendo al principio “più riciclo meno pago”; in coerenza con quanto deciso dalla precedente amministrazione, nessuna tipologia di discarica verrà autorizzata all’interno del territorio di San Leo; monitoraggio della ex discarica intercomunale in zona Pianacci, dismessa da molti anni; lotta di contrasto alle discariche abusive in tutto il territorio, in particolare nelle zone di Montemaggio, monte e zone limitrofe alla repubblica di S. Marino; mantenimento del ruolo di Comune quale principale produttore di energia rinnovabile di titolarità pubblica della provincia di rimini (1.200.000 Kwh/anno), con puntuale verifica di ulteriori opportunità, anche ottimizzando l’esistente parco fotovoltaico di Libiano; piano per l’arredo urbano con nuovo regolamento urbanistico e mappa dei colori; recupero degli immobili storici e difesa dei luoghi di pregio Montemaggio, monte di Pietracuta e centro storico di San Leo; piano della viabilità e trasporto pubblico; abbattimento delle principali barriere architettoniche;  in centro Storico a San Leo verrà installata una stazione meteorologica wireless, dotata di sensori completi e software di gestione. invio dati su internet tramite connessione LAN; verranno installati sistemi di monitoraggio dell’aria e presenza di polveri e CO2 con Datalogger di visualizzazione, memorizzazione e trasmissione dati via GPRS in zona Libiano, nel plesso scolastico di Pietracuta e in zona Artigianale PIP.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fermato tre volte in un giorno: "Voglio godermi la vita, tanto le multe non le pago"

  • Calano ulteriormente i nuovi contagi, meno ricoverati in terapia intensiva

  • Buoni spesa, come richiedere il contributo: 150 euro per ogni componente della famiglia

  • Borrelli allunga la quarantena fino al primo maggio: "Fase 2 forse dal 16"

  • Coronavirus, verso il blocco totale almeno fino a Pasqua: poi si valutano riaperture in "due fasi"

  • Riccione non si ferma e pensa alla nuova stagione turistica

Torna su
RiminiToday è in caricamento