Giovedì, 23 Settembre 2021
Politica

"Liberare Miramare, Rivazzurra, Marebello e Bellariva dalla malavita e dal degrado": l'intervento di Gioenzo Renzi

"Gravi problemi di ordine pubblico, sicurezza e degrado urbano, permangono a Rimini Sud, Miramare, Rivazzurra, Marebello, Bellariva" dice Renzi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RiminiToday

Gravi problemi di ordine pubblico, sicurezza e degrado urbano, permangono a Rimini Sud, Miramare, Rivazzurra, Marebello, Bellariva. La cronaca registra: ordinanze di chiusura di Hotel e bar, presenza di malavitosi, spacciatori di droga, prostituzione, proteste degli operatori turistici contro gli immigrati accolti negli alberghi della zona turistica, fino all’ultimo omicidio di un peruviano ad opera di un connazionale con tre coltellate, in un appartamento di Miramare.

A Miramare, in Via Faenza, il 12 Maggio scorso, un albergo è stato chiuso per 15 giorni dal Questore, come luogo di spaccio e di confezionamento delle dosi di sostanze stupefacenti; l’albergo aveva 20 ospiti non segnalati, di cui 4 immigrati clandestini e altri 16 con precedenti di polizia. Sempre nella stessa via, un bar è stato chiuso 4 volte in meno di un anno per inosservanza delle norme anti-covid

Lo spaccio della droga imperversa a Miramare, nella zona di Via Faenza, Via Marsala, Via Assisi, Viale Latina, Via Locatelli, Viale Marconi, “non risparmia” neppure le panchine del centrale Viale Oliveti .  Il sottopasso pedonale di Via Assisi, prosecuzione di Via Faenza, per il collegamento con Via Oslo, a monte del Metromare, è un risaputo luogo di incontro degli spacciatori, un attraversamento mare-monte, preoccupante per i residenti. a Rivazzurra, gli spacciatori “scorazzano” in bici  lungo Via Mantova e a monte della ferrovia ; a Bellariva-Marebello, gli spacciatori “sfilano” sulla passeggiata di Viale Regina Margherita, tra Via Rimembranze e Via Portofino, dinnanzi all’immagine di abbandono e trascuratezza di locali sfitti, alberghi dismessi, alternati a negozi gestiti da asiatici. Paradossalmente c’è il Luna Park come punto di incontro ed aggregazione nella decadenza circostante.  La prostituzione di donne e “trans”, anche di giorno, angolo Via Parma, permane da anni sul Viale Regina Margherita, il principale viale della marina, da Bellariva a Miramare. 

Per contrastare e sradicare questo degrado urbano, giovedì sera, con l’interrogazione  consigliare al Sindaco, ho chiesto: 
    •    la convocazione urgente del Comitato per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza per affrontare l’aggravarsi della situazione dell’ordine pubblico a Rimini Sud, per tutelare la sicurezza dei cittadini e turisti, con l’impiego della Polizia Locale e delle Forze dell’Ordine;

    •    il presidio del territorio, il controllo continuo e coordinato inter-forze (Polizia Locale ,Polizia di Stato, Carabinieri ,Guardia di Finanza) “sulle strutture ricettive compiacenti che favoriscono  la presenza di soggetti pericolosi o irregolari”, sui cambi di proprietà e delle gestioni, sui requisiti soggettivi dei gestori ed oggettivi delle strutture. 
Nei casi reiterati (es.Via Faenza ) di violazione delle Leggi e dell’Ordine Pubblico, se non è sufficiente la chiusura temporanea delle attività, sarebbe necessaria la revoca definitiva delle licenze; 

    •    Il controllo inter-forze dei numerosi “residence”, spesso “casa e lavoro” degli spacciatori e delle prostitute, di solito non residenti, da allontanare con “il foglio di via”; 

    •    Una efficace e straordinaria lotta allo spaccio della droga in tutta Rimini Sud, da Bellariva a Miramare, con l’impiego delle unità cinofile (attivate dall’Amministrazione Comunale 4 anni dopo la mia richiesta del 2014) e,ripeto, creando un Nucleo Antidroga della Polizia Locale, come avevo proposto contro l’abusivismo commerciale; 

    •    L’installazione della video sorveglianza a Rimini Sud per individuare e contrastare gli spacciatori  di droga e i malavitosi, in particolare nei sottopassi di Via Assisi e Via Bergamo che incutono timore; 

    •    Contrastare la prostituzione su Via Regina Margherita, con tutti gli interventi possibili, visto il vuoto legislativo, per eliminare questo degrado su aree pubbliche sotto gli occhi di tutti (turisti compresi);

    •    Non permettere il trasferimento dei profughi in quegli alberghi della zona turistica, come paventato in via Faenza e via Viareggio, a scapito della riqualificazione del turismo in generale e dell’ospitalità.   

    •    Bloccare la progressiva sostituzione etnica dei negozi, gestiti da extra comunitari con una offerta commerciale di basso livello, di  qualità dei prodotti e dei servizi. Promuovere la identità commerciale con provvedimenti concreti quali il rispetto del Regolamento comunale per la valorizzazione commerciale, il decoro, i controlli della Polizia Locale, la riduzione delle tasse, la salvaguardia della qualità e della legalità;

    •    Per la rinascita di Rimini sud, oltre a ristabilire l’ordine pubblico e la sicurezza, occorrono gli interventi di riqualificazione urbana dei lungomari, dei viali della marina, delle Colonie degradate, la “Novarese” con il Polo della Salute e del Benessere, la”Murri”, non più un rudere abbandonato che copre quasi 1 km.di spiaggia, un ostacolo, ma un generatore per lo sviluppo.
Dopo 70 anni di abbandono, sono necessari gli interventi non solo annunciati ma realizzati.

Gioenzo Renzi

Consigliere Comunale di Rimini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Liberare Miramare, Rivazzurra, Marebello e Bellariva dalla malavita e dal degrado": l'intervento di Gioenzo Renzi

RiminiToday è in caricamento