Elezioni, "Verucchio Domani" si smarca da Stefania Sabba: "Ci ha demotivato"

"La ritroviamo ultras di altre istanze e non possiamo che prendere atto della sua decisione", è l'attacco

"Cara sindaca, noi andiamo avanti con o senza te". La lista civica "Verucchio Domani" si smarca così da Stefania Sabba. "Dopo dieci anni di ruoli di primo piano ottenuti sempre in quota Partito Democratico (assessore in Provincia e sindaco di Verucchio), Sabba ha completato la sua personalissima rottamazione e deciso di cambiare casacca - esordisce la nota di "Verucchio Domani -. Lei che da dieci anni vive di politica pare voglia presentarsi come la paladina di un civismo che non le appartiene, se non nel suo mondo fatto di narrazioni sterili e poco altro. Ha deciso di correre insieme ai suoi più’ feroci detrattori di cinque anni fa, mollando la lista civica Verucchio Domani che le aveva consegnato una preziosa eredità politica e morale . Quella di una storia amministrativa civica iniziata nel 1995, sempre premiata dai cittadini con risultati elettorali altissimi, una dote di consenso di cui Stefania ha goduto senza alcuna gratitudine nel 2014. Due Giunte Giovagnoli e due Giunte Pruccoli, ciò che è diventata Verucchio in quegli anni è sotto gli occhi di tutti, mentre il quinquennio Sabba per cosa sarà ricordato? Per l’ attenzione ai necrologi su facebook e il presenzialismo a favore di obiettivo? Per le finte buone maniere con cui ha cercato di coprire una insipienza politica evidente?"

"Dopo le solite contorsioni linguistiche e stilistiche Sabba ha abbandonato Verucchio Domani di cui il locale Partito Democratico è componente non egemone - prosegue la lista -. Per abbracciare una vaga idea di civismo che di certo non deve insegnare a noi viste le altissime percentuali di cittadini non iscritti ad alcun partito che hanno sempre popolato la lista e le Giunte. Prendiamo atto e rinnoviamo l’impegno di dare anche in questa tornata amministrativa un programma elettorale degno di questo nome, una lista di primo livello ed un candidato sindaco che decideremo con tutta la lista, ai cittadini verucchiesi. Nel solco di quella tradizione di buona amministrazione che ci ha sempre contraddistinto. Nonostante i suoi limiti anche in questi cinque anni, grazie al resto della lista, è stato possibile amministratore in maniera sufficiente, eravamo perfino disposti a continuare l’ esperienza insieme, nell’interesse della città. Tutto si è arenato sull’ offerta del Partito Democratico di contribuire alla formazione della lista".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Qui è iniziato un balletto di controproposte perfino umilianti, con veti su alcune persone solo perché tacciati di possedere una tessera di partito (chissà che ci sarà di male) che era il preludio di un altra legislatura vuota di contenuti come questa - viene aggiunto -. Veti su persone di un partito, negazione della possibilità di conoscere le altre, fino al silenzio reticente, che vale una conferma, della presenza di una attivista No Vax, tra le sue fila.Una scelta di campo talmente evidente da lasciare impietriti. Il salto del fosso definitivo della sindaca, che decide di immergersi fino al collo nel brodo culturale di coloro che brucerebbero casa a chi l’ha sostenuta fino ad ora per abbracciare il fanatismo intransigente di una frangia di sconsiderati. Dispiace perchè è stata la nostra candidata moderata cinque anni fa e questi cinque anni glieli abbiamo consentiti noi coi nostri voti in consiglio comunale. La ritroviamo ultras di altre istanze e non possiamo che prendere atto della sua decisione, dato che peraltro l’attuale lista è stata completamente distrutta e ridotta in cenere dalla sindaca stessa, che ha demotivato tutti. Lei ha deciso che Verucchio Domani è qualcosa di cui vergognarsi, che chi al’interno di Verucchio Domani ha una tessera di partito è meglio si nasconda. Bene, Verucchio Domani è già al lavoro. Cara sindaca, noi andiamo avanti con o senza te".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il suo cuore si spegne davanti agli occhi degli amici: muore a 22 anni

  • Litigano per una donna davanti all'Arco d'Augusto: spuntano bastoni e cocci di bottiglia, due feriti

  • Bonus bici: è boom di vendite di biciclette, ma non per tutti

  • Coronavirus, i contagi tornano a salire: 12 nuovi casi

  • Ecco la nuova spiaggia di Rimini: 18 metri quadri a ombrellone, apertura fino alle 22 e ok al delivery

  • Colpo al traffico di "bianca": arrestato pusher con più di 300 grammi di cocaina

Torna su
RiminiToday è in caricamento