Lotta alle infiltrazioni mafiose, finanziati tre progetti dalla Regione

"La Giunta della Regione Emilia-Romagna ha impegnato un milione e 279 mila euro per permettere la realizzazione di 46 nuovi progetti di sicurezza urbana e lotta all'infiltrazione mafiosa"

"La Giunta della Regione Emilia-Romagna ha impegnato un milione e 279 mila euro per permettere la realizzazione di 46 nuovi progetti di sicurezza urbana e lotta all'infiltrazione mafiosa. Alcuni dei progetti approvati riguardano il recupero dei beni confiscati, altri prevedono iniziative di educazione alla legalità che vedranno coinvolti circa 20mila studenti. Nella provincia di Rimini verranno realizzati 3 progetti, finanziati dalla Regione con oltre 128mila euro". A comunicarlo è il consigliere regionale PD Roberto Piva.

"Le infiltrazioni mafiose stanno moltiplicando i propri affari anche nel nostro territorio - commenta il consigliere regionale PD -  e per opporre adeguata resistenza servono azioni concrete." "Nonostante i tagli agli enti locali - conclude Piva - l'Emilia-Romagna tiene alta la soglia dell'attenzione. I progetti finanziati coinvolgeranno i comuni e il sistema educativo regionale, e serviranno a migliorare l’efficienza della Polizia municipale e a prevenire e contrastare i fenomeni di espansione delle mafie nel nostro territorio".

In provincia di Rimini saranno realizzati 3 progetti, finanziati dalla Regione con 128. 850 euro. Il primo si intitola "Dalle parole ai fatti – Educazione alla legalità a Cattolica" e consiste in una vasta serie di azioni per l’educazione alla legalità di bambini in età scolare, con modalità pedagogiche innovative (laboratori espressivi). Sono previste anche la formazione degli insegnanti e la realizzazione di appuntamenti pubblici. Il costo totale: 7.400 euro, contributo regionale: 4.450 euro.

Il secondo, “In piazza senza problemi: capire intervenire, prevenire”, l’amministrazione comunale di Montescudo si propone con questo progetto di dare continuità alle azioni dirette all'avvicinamento dei gruppi informali di giovani a rischio o autori di atti vandalici e comportamenti antisociali. In particolare gli interventi di prevenzione riguarderanno un gruppo di giovani già dediti a comportamenti devianti – piccoli furti nelle scuole – per sostenere i fattori di desistenza e prevenire il ripetersi di comportamenti illegali. Il costo del progetto ammonta a 150 mila euro, il contributo regionale 62.200 euro.

Infine “Al porto, al sicuro” a Bellaria Igea Marina. L’intervento principale del progetto è la riqualificazione delle aree adiacenti al lungo fiume, elemento naturale che divide in due il tessuto urbano del centro cittadino. L’area, attualmente in condizioni di crescente degrado e scarsa illuminazione, è percepita come insicura dalla popolazione e si trova al centro di un processo di nuovi insediamenti, in particolare di immigrati stranieri e del sud Italia. Oltre alla riqualificazione fisica, accompagnata dall'intensificazione dei controlli della Polizia municipale e delle strumentazioni di videosorveglianza, si prevede una serie di attività di animazione, da gestire in partenariato con il terzo settore e le associazioni di categoria della zona. Il costo complessivo è pari a 155 mila euro, il contributo regionale a 62.200 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento