Migrante malato di Tbc, Bignami (Fi): “misure di controllo sanitario in tutti i luoghi di accoglienza"

Il consigliere regionale di Forza Italia interviene sul caso scoperto a Rimini di un 18enne affetto da tubercolosi

“Intervenire con efficienti misure di controllo sanitario in tutti i luoghi di accoglienza di profughi e immigrati”. È Galeazzo Bignami di Forza Italia a presentare un’interrogazione alla Giunta regionale sul caso del “profugo diciottenne risultato positivo al test della tubercolosi dopo aver risieduto per mesi nel territorio riminese”. Il consigliere, in particolare, richiede “controlli sanitari a tutti gli immigrati che vengono trasferiti in Emilia-Romagna, non avendo alcun tipo di garanzia che questi accertamenti vengano fatti al momento dell’accoglienza”. Il giovane migrante, si legge nell’atto ispettivo, è stato ospitato, fino a gennaio, in una struttura d’accoglienza a Rimini. Alcune patologie, tra le quali la tubercolosi, sottolinea infine Bignami, stanno tornando anche in Italia, “a causa della indiscriminata accoglienza e delle pressoché inesistenti misure rivolte alla sicurezza sanitaria”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento