Giovedì, 17 Giugno 2021
Politica

Migranti in arrivo sulla Riviera, la Lega: "Impensabile che il Viminale voglia scaricarli in zone turistiche"

A lanciare l'allarme sono gli onorevoli Morrone e Raffaelli che, in una nota stampa, annunciano una raccolta di firme per dire che "i territori non sono più disponibili ad accogliere indefinitamente persone che non fuggono né da guerre, né da persecuzioni"

Dopo il bando lanciato dalla Prefettura di Rimini per individuare la disponibilità delle strutture ad accogliere 500 migranti nella provincia, si leva un coro di "no" all'operazione. A capeggiare il dissenso sono i parlamentari della Lega Jacopo Morrone e Elena Raffaelli che spiegano come sia “Impensabile che il Viminale pensi di scaricare alle regioni, soprattutto in zone turistiche, la responsabilità di ospitare i migranti che entrano irregolarmente in Italia". Secondo gli esponenti del carroccio la zona individuata per ospitarli sarebbe quella di Miramare. "Il problema dell’accoglienza a spese degli italiani - proseguono i parlamentari - sta riproponendosi in tutta la sua gravità, grazie alle pesanti responsabilità del governo giallo-rosso che, ribaltando le politiche di Matteo Salvini, ha favorito gli sbarchi. I numeri parlano chiaro e, oggi, i danni li pagano gli italiani. Lanceremo immediatamente una raccolta firme per dire che i territori non sono più disponibili ad accogliere indefinitamente persone che non fuggono né da guerre, né da persecuzioni, ma arrivano in Italia grazie a organizzazioni criminali che lucrano sulla tratta di esseri umani. Consentire sbarchi e aprire i porti non significa essere ‘umani’, ma ‘complici’ dei neo-schiavisti. Se la UE non è in grado di costruire politiche migratorie serie, dovrà essere l’Italia a imporle. Noi non ci stiamo a trasformare il paese, come accaduto con i governi Pd, in un facile approdo consentendo a vari soggetti di lucrare sulle spalle dei migranti a spese degli italiani e a scapito della sicurezza di tutti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti in arrivo sulla Riviera, la Lega: "Impensabile che il Viminale voglia scaricarli in zone turistiche"

RiminiToday è in caricamento