Inserito nel Milleproroghe la proroga sugli interventi antincendio negli hotel

Nel decreto Milleproroghe licenziato dal Governo sono state inserite in parte le indicazioni avanzate dal Parlamento in sede di approvazione della Legge di stabilità

Nel decreto Milleproroghe licenziato dal Governo sono state inserite in parte le indicazioni avanzate dal Parlamento in sede di approvazione della Legge di stabilità. "Tra queste, la necessità di inserire la proroga per le strutture alberghiere che devono completare l'adeguamento alle norme antincendio - evidenzia la parlamentare riminese Pd, Emma Petitti -. Si tratta di un tassello che, insieme alle misure previste dalla Legge di stabilità (come la soluzione a cui siamo pervenuti per canoni pertinenziali) dà risposta ad alcune delle emergenze che interessano degli operatori settore turistico".

Conclude Petitti: "Ora però per il nostro turismo serve una sterzata decisa, a partire dalla legge quadro che riordini l'intera materia delle concessioni con il pieno coinvolgimento degli Enti Locali e delle Regioni, passando per l'estensione alle strutture ricettive degli incentivi per le ristrutturazioni edilizie e l'adeguamento alle norme sismiche e di sicurezza”.

"Un provvedimento che fa seguito al mio sollecito in merito fatto giovedì al presidente del Consiglio dei ministri Enrico Letta, al mio ordine del giorno approvato prima di Natale alla Camera e all'emendamento fatto presentare ai colleghi in Senato in occasione dell'approvazione della Legge di stabilità - evidenzia il parlamentare, Tiziano Arlotti -. Il provvedimento inserito nel decreto Milleproroghe è un passo importante per aiutare le strutture ricettive, in particolar modo quelle medio-piccole, ad uniformarsi alla normativa antincendio concedendo maggiori margini per l’adeguamento".

"Resta la necessità che le disposizioni del decreto del Ministero dell’interno 1994 sulla regola tecnica di prevenzione incendi per la costruzione e l’esercizio delle attività ricettive turistico-alberghiere vengano aggiornate semplificando i requisiti prescritti, in particolare per le strutture ricettive turistico-alberghiere fino a 50 posti letto - continua Arlotti -. Il Milleproroghe contiene, fra le altre norme, anche l'atteso stop
agli sfratti, senza il quale ci saremmo trovati sin da gennaio a fronteggiare un vero e proprio allarme sociale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento