Politica San Clemente

Modifiche allo Statuto dell'Unione Valconca per renderlo più vicino alle esigenze degli amministratori locali

La presidente Castellari: “Ha prevalso il grande senso di responsabilità e volontà nel mantenere l’Unione quale realtà basilare al lavoro degli amministratori comunali e quale Ente le cui funzioni sono a supporto e sostegno dei cittadini"

Modifiche allo Statuto, per renderlo più vicino alle esigenze degli amministratori locali; creazione di due Sub-Ambiti in seno all’Unione; aggiornamento delle quattro convenzioni - Suap, Polizia Locale, Protezione Civile, Informatica - fondamentali ai fini dell’erogazione dei contributi regionali correlati al Piano di riordino territoriale (PRT). Ecco gli elementi cardine “usciti” dall’ultimo Consiglio dell’Unione Valconca, svoltosi venerdì 9 luglio, che di fatto segnano l’avvio di una nuova stagione dell’Ente. “Ha prevalso il grande senso di responsabilità e volontà nel mantenere l’Unione quale realtà basilare al lavoro degli amministratori comunali e quale Ente le cui funzioni sono a supporto e sostegno dei cittadini che vivono nei territori della Valconca. Abbiamo portato in fondo - dice Elena Castellari, Presidente dell’Unione Valconca - il percorso iniziato lo scorso anno, dimostrando come il lavoro di squadra e la lungimiranza degli obiettivi prefissati rappresentassero la nostra autentica Stella Polare. Un'attività che ci ha visti fortemente impegnati nel recupero dei rapporti con l’amministrazione comunale di Morciano di Romagna, scongiurando il rischio di non vedere riconosciuti i contributi del PRT per l’annualità 2021 (nel 2020 i contributi ammontavano a oltre 300mila euro). Il nuovo Statuto e il rinnovo delle convenzioni, rappresentano un nuovo patto fra i Sindaci e le Amministrazioni della Valconca. Ciò permetterà all’Unione di poter contare su più innovazione e strumenti di lavoro più agili in vista delle sfide future che richiederanno maggiore coesione e velocità decisionale”.

“Più in dettaglio - spiega la Presidente Castellari - si è proceduto attraverso alcune modifiche dello Statuto inserendo, tra gli altri elementi di novità, la nuova governance del Consiglio, la nuova governance della Giunta, la creazione di due Sub-Ambiti che consentiranno all’Unione di camminare più speditamente. Il primo Sub-Ambito vede Morciano di Romagna e Montefiore Conca insieme nella gestione dei servizi Suap e Polizia Locale; il secondo Sub-Ambito riunisce San Clemente, Montescudo-Monte Colombo, Saludecio, Mondaino, Montegridolfo e Gemmano nel gestire le 4 funzioni fondamentali ai fini della già citata contribuzione regionale: Suap, Polizia Locale, Protezione Civile e Informatica”.

"Venerdì si è conclusa - aggiunge Castellari - una settimana davvero importante: ben 8 Consigli comunali hanno lavorato simultaneamente sulla stessa documentazione e così ha fatto il Consiglio dell'Unione. Una mole di decisioni che merita particolare sottolineatura. Allo stesso tempo, consentitemi di esprimere il mio personale ringraziamento verso tutti gli amministratori, i colleghi Sindaci e i dipendenti delle singole municipalità per la dedizione sempre assicurata. Inoltre il mio ringranziamento va al dottor Massimo Maisto, Temporary Manager dell'Unione Valconca. Lo dico in maniera chiara e netta. Qui non si parla di vincitori o vinti; piuttosto di un progetto condiviso il cui rinnovato abito istituzionale farà da ulteriore sprone per ognuno”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modifiche allo Statuto dell'Unione Valconca per renderlo più vicino alle esigenze degli amministratori locali

RiminiToday è in caricamento