Montevecchi (Lega): "Problema degli accampamenti sinti e rom va affrontato con rispetto delle regole"

Il candidato alla regionali: “Stop al lassismo del PD che ha portato solo degrado e marginalità sociale"

“Come consigliere regionale mi attiverò per risolvere il problema degli accampamenti sinti e rom sul territorio con rigoroso rispetto delle regole, senso di responsabilità verso minori, anziani e disabili e massima attenzione alle voci di spesa pubblica". A puntare contro il progetto delle microaree per i nomadi volute dal Comune di Rimini e il candidato della Lega, Matteo Montevecchi, in corsa per le elezioni regionali del prossimo 26 gennaio. "Come Lega - prosegue l'esponente del Caorrccio - elimineremo le leggi e le delibere con cui la sinistra vorrebbe concedere a sinti e rom microaree a titolo pressoché gratuito e, di fatto, sanatorie degli abusi realizzati su terreni agricoli. Proprio il PD, che continuamente ci accusa strumentalmente di “razzismo”, distingue le persone su base etnica, e non in base agli effettivi stati di diritto e di bisogno. Una volta abolite queste norme occorrerà però risolvere le situazioni di degrado e marginalità sociale moltiplicatesi nel territorio per colpa del lassismo e delle incapacità di chi ha sperperato enormi risorse pubbliche, riempendosi la bocca di ipocriti proclami. É una tematica che Rimini conosce bene, con la situazione di Via Islanda ed i tanti altri accampamenti irregolari sul territorio che le amministrazioni di sinistra non sono state in grado di affrontare seriamente. Visto che molti occupanti di queste aree sono residenti e non più nomadi, il problema va affrontato con competenza e fermezza, aiutando all'inclusione sociale solo chi ha effettiva necessità e volontà di collaborare rispettando le regole, senza alcuna forma di inutile buonismo. Al contrario va perseguito e punito chi, non meritando alcun aiuto, perché ad esempio ha già un lavoro o proprietà, costringe a vivere bambini, anziani e disabili in queste ignobili condizioni, forse confidando in aiuti e contributi erogati da giunte compiacenti".

"Per questo - aggiunge Montevecchi - intendo affrontare il problema con il contributo dei comitati cittadini che si sono opposti allo scellerato progetto delle microaree, e che hanno da tempo studiato progetti e soluzioni concrete. Essendo chiaro a tutti (tranne al PD) che non si potrà integrare nessuno in un recinto in mezzo ad un campo, non si comprende perché la giunta Gnassi abbia sempre ignorato quanto proposto da ProRimini per risolvere il problema. A Ferrara, Alan Fabbri, ha adottato le stesse soluzioni proposte dal comitato cittadino, risolvendo una situazione analoga a quella riminese. In Regione intenderò inoltre attenzionare la Corte dei Conti sull'operato delle varie amministrazioni che, per decenni, hanno destinato ingenti risorse pubbliche senza risolvere nulla”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruspa come ariete per mettere a segno la spaccata nel supermercato

  • Estetista abusiva pizzicata a lavorare in casa senza permessi

  • Bollo auto: ecco cosa cambia nel 2020

  • Oggi Simoncelli avrebbe compiuto 33 anni: buon compleanno Sic

  • In casa oltre 33mila euro falsi, autotrasportatore arrestato dai carabinieri

  • Alberta Ferretti sfila con la nuova collezione a Rimini e sarà uno show in omaggio a Fellini

Torna su
RiminiToday è in caricamento