Morciano chiude il 2012 con un avanzo di circa 100mila euro

Nella seduta del Consiglio Comunale di martedì è stato approvato il Rendiconto di Gestione 2012 del Comune di Morciano di Romagna, che si chiude con un avanzo di amministrazione di 96.025,68 euro

Nella seduta del Consiglio Comunale di martedì è stato approvato il Rendiconto di Gestione 2012 del Comune di Morciano di Romagna, che si chiude con un avanzo di amministrazione di 96.025,68 euro, risultato inferiore all’annualità precedente, ma che comunque mette in evidenza la sana gestione che l’Amministrazione Comunale ha dato alla propria attività istituzionale nell’anno considerato.

Tanti sarebbero gli aspetti su cui soffermarsi ma principalmente il bilancio è caratterizzato da una serie di elementi di assoluto virtuosismo tra cui il parere positivo della Corte dei Conti al questionario al Bilancio di Previsione 2012; una gestione di competenza corrente assolutamente positiva (la differenza tra entrate correnti e spese correnti presenta un saldo di 297.366 euro); il rispetto del patto di stabilità interno.

Da notare poi che il ricorso all’indebitamento (contrazione di mutui nel corso del 2012) è stato effettuato senza incidere pesantemente sulla situazione debitoria del Comune in quanto a fronte di una spesa in conto capitale di 2.504.580 euro oltre il 55% è sostenuto attraverso mezzi propri. Notevole attenzione è stata posta dall’Amministrazione nei confronti delle spese, tagliando completamente ogni ‘Spesa di Rappresentanza’ benchè il limite previsto sarebbe stato l’80% della spesa sostenuta nel 2009 che corrisponderebbe a circa 350 euro.

Taglio netto anche alle ‘Spese per missioni e trasferte degli amministratori e dipendenti’ pari a 192,40 euro, quando il limite imposto sarebbe il 50% delle spese sostenute nel 2009 che corrisponderebbe a 303 euro. Anche i costi di telefonia fissa sono stati notevolmente ridotti rispetto al 2011,con un risparmio di 740 euro. “L’Amministrazione Comunale di Morciano di Romagna intende ricercare anche nel corso del 2013 le modalità per conciliare la difficile situazione socio-economica con un’attenta analisi dei bisogni e delle necessità dei suoi cittadini, partendo dalla redazione del Bilancio di Previsione 2013 in fase di costruzione, che non risentirà dell’aumento delle tariffe a carico dei contribuenti. – ha dichiarato il sindaco, Claudio Battazza – E’ infatti una priorità quella di ricercare margini di risparmio nella gestione finanziaria dell’ente senza andare ad incidere direttamente sul cittadino”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento