Museo egizio, Gnassi sfida Fratelli d'Italia: "A Greco darei il Fellini"

A fare una "proposta di lavoro" al direttore del Museo egizio del capoluogo piemontese, Christian Greco, dopo le polemiche di Giorgia Meloni, è il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi

"Lei restera' ancora per tanti anni a Torino perche' onora quella citta', quel museo, l'Italia intera. Ma se fosse lei a essere interessato a una nuova sfida culturale, Rimini la attende". A fare una "proposta di lavoro" al direttore del Museo egizio del capoluogo piemontese, Christian Greco, dopo le polemiche di Giorgia Meloni, è il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, in una lettera aperta. Comunque sicuro che "non accadra' perche' contrario a leggi, logica, numeri, buonsenso, progetti attuati". Eppure, aggiunge, "se mai l'allucinante-divertente 'editto bulgaro' di Fratelli d'Italia sortisse il suo effetto", per Greco si aprono le porte del "futuro Museo internazionale Federico Fellini". Rimane pero' che "il bellicoso proponimento di licenziarla e' chiaramente inefficace. Certo e' impressionante il solo fatto di minacciarlo", sarebbe come, si rifa' al calcio Gnassi, "cacciare Messi perche' con la sua bravura al Barcellona oscura un invidioso personaggio nella Municipalita' catalana".

"Lei restera' ancora per tanti anni a Torino perche' onora quella citta', quel museo, l'Italia intera. Ma se fosse lei a essere interessato a una nuova sfida culturale, Rimini la attende". A fare una "proposta di lavoro" al direttore del Museo egizio del capoluogo piemontese, Christian Greco, dopo le polemiche di Giorgia Meloni, e' il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, in una lettera aperta. Comunque sicuro che "non accadra' perche' contrario a leggi, logica, numeri, buonsenso, progetti attuati". Eppure, aggiunge, "se mai l'allucinante-divertente 'editto bulgaro' di Fratelli d'Italia sortisse il suo effetto", per Greco si aprono le porte del "futuro Museo internazionale Federico Fellini". Rimane pero' che "il bellicoso proponimento di licenziarla e' chiaramente inefficace. Certo e' impressionante il solo fatto di minacciarlo", sarebbe come, si rifa' al calcio Gnassi, "cacciare Messi perche' con la sua bravura al Barcellona oscura un invidioso personaggio nella Municipalita' catalana". (fonte Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

Torna su
RiminiToday è in caricamento