rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Politica

I neo parlamentari riminesi sono a Roma. Spinelli, Colombo e Farolfi incontrano Giorgia Meloni

Prime ore nella Capitale da parlamentari per gli eletti nel riminese. Giovedì 13 ottobre si riuniranno Camera e Senato per la prima seduta dopo le elezioni del 25 settembre

Prime ore nella Capitale da parlamentari per gli eletti nel riminese. Giovedì 13 ottobre si riuniranno Camera e Senato per la prima seduta dopo le elezioni del 25 settembre. In queste ore gli eletti sono impegnati per le formalità burocratiche necessarie per l’avvio dei lavori. C’è chi si approccia per la prima volta con i palazzi della politica nazionale e chi è al ritorno con il secondo mandato. Alla Camera fanno esordio l’ex sindaco di Rimini Andrea Gnassi unico all'opposizione (Pd) e Beatriz Colombo (Fratelli d’Italia), più il ritorno del forlivese Jacopo Morrone (Lega) che era candidato e ha vinto nell’uninominale di Rimini. Prime ore da senatrice per l’ex sindaca di Coriano Domenica Spinelli (Fratelli d’Italia), mentre torna tra i banchi del Senato Marco Croatti (Movimento 5 Stelle). A loro si aggiunge Marta Farolfi, ravennate che era però candidata nell’uninominale riminese.

Tante telefonate ma nessun summit

Tra i neo parlamentari riminesi ci sono state una lunga serie di telefonate. “Sono state principalmente telefonate per gli auguri di buon lavoro – racconta il senatore Marco Croatti -, ma al momento non c’è stata occasione di un incontro di persona. Ma sono certo che sulle istanze cruciali per il nostro territorio ci faremo trovare uniti, nel rispetto delle singole posizioni sulle varie tematiche”. Jacopo Marrone racconta queste ore che precedono il ritorno alla Camera: “Fin dal giorno successivo ai risultati elettorali mi sono attivato sul territorio nell’organizzazione di assemblee rivolte a militanti, soci e simpatizzanti della Lega per un confronto sui risultati e per impostare il lavoro dei prossimi mesi. Non ho un minuto di tempo libero: mi divido tra Roma e la partecipazione a diverse interessanti iniziative politiche, culturali o di altra natura che si svolgono in tante località della Romagna”.

Spinelli, Colombo, Farolfi incontrano Giorgia Meloni

Fratelli d’Italia guiderà la maggioranza in parlamento. E durante le scorse ore i rappresentanti eletti hanno incontrato la presidente del partito e premier in pectore Giorgia Meloni: ha parlato ai suoi in toni fieri e motivazionali. Beatriz Colombo affida un suo pensiero attraverso i propri profili social: “Ora comincia il lavoro duro, lo studio ed un arduo compito, quello di onorare la storia e la fatica di molti uomini e donne che prima di me hanno fatto la storia di questo partito e di questa destra, e che ora, purtroppo, non siedono qui. Come dice Giorgia Meloni più la gente ha creduto in te più sarà facile deluderli, ed è per questo che noi dovremo essere all'altezza, dobbiamo esserlo per tutti coloro che hanno creduto in noi, per i nostri figli e per le nostre famiglie”. Foto con Giorgia Meloni per Spinelli e Farolfi: “Pronti, si parte, responsabilità verso gli italiani”.

Morrone: “Contrastare subito la crisi energetica”

Jacopo Morrone siederà in maggioranza, con la Lega, e a suo avviso tra le prime azioni che dovrà compiere il nuovo governo c’è sicuramente quella di frenare la crisi energetica: “Ritengo che la crisi energetica e le soluzioni per contrastarla debbano essere il primo punto dell’agenda del futuro Governo. Al centro non c’è solo un caro bollette insostenibile per le famiglie, ma la tenuta del nostro sistema economico. E’ l’urgenza delle urgenze”. Poi annuncia subito i punti su cui si batterà per la Romagna: “Per quanto riguarda la Romagna e il riminese ho pronta la lista delle iniziative da attivare fin da subito: il Ddl sullo ‘status di città balneari’ che consenta alle località turistiche di mare di ottenere maggiori risorse per garantire sicurezza e servizi al consistente aumento di residenti, rispetto a quelli abituali, in determinati periodi dell’anno.  C’è poi il tema cruciale dello storico gap infrastrutturale della Romagna E45 in testa, per il riminese ritengo prioritaria la nuova SS258, meglio conosciuta come ‘Marecchiese’. Grande attenzione poi a due settori nevralgici per il nostro territorio: il turismo, la miniera d’oro della Romagna, e l’agroalimentare. Infine, ma non ultima per importanza, il tema sicurezza che continua a essere prioritario”.
 

Morrone-2

Gnassi: "Battaglierò per la Romagna"

Andrea Gnassi sarà rappresentante a Roma per il Partito Democratico, facendo così il parlamentare per la prima volta dai banchi dell'opposizione. Questo il suo motto ripetuto più volte nel dopo elezioni: "A Roma porterò come detto tutte le battaglie di Rimini  e della Romagna: dall'ambiente, all'energia, alle imprese, ai diritti. Si riparte da qui: dai fatti. Perché sono i valori che si trasformano in fatti che costruiscono le alleanze sociali e anche politiche che possono dare il contributo per ripartire e non viceversa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I neo parlamentari riminesi sono a Roma. Spinelli, Colombo e Farolfi incontrano Giorgia Meloni

RiminiToday è in caricamento