menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Norme antincendio per gli hotel, pronto ordine del giorno di Arlotti (Pd)

Sarà depositato giovedì alla Camera l'ordine del giorno elaborato dal Pd riminese Tiziano Arlotti per impegnare il Governo ad aggiornare le norme antincendio per le strutture alberghiere

Sarà depositato giovedì alla Camera l'ordine del giorno elaborato dal Pd riminese Tiziano Arlotti per impegnare il Governo ad aggiornare le norme antincendio per le strutture alberghiere. “Visto che non è stato possibile inserire la soluzione in Legge di stabilità, e a maggior ragione dopo l'approvazione, mercoledì in V commissione del Senato, dell'emendamento sull'antincendio alla legge di conversione del decreto 125/2013,domani in occasione della votazione della Legge di stabilità alla Camera depositerò un ordine del giorno per tenere alta l'attenzione del Governo sulla necessità di dare una risposta definitiva agli operatori turistici – spiega Arlotti -. Giovedì presenterò un ulteriore ordine del giorno condiviso in VIII commissione Ambiente della Camera per sollecitare il Governo ad ampliare la platea dei beneficiari dell'ecobonus su ristrutturazioni edilizie ed efficienza energetica, includendo anche le strutture ricettive alberghiere. La mozione già approvata in VIII commissione su mio emendamento impegna precisamente l'esecutivo proprio in questo senso”.

“L'approvazione al Senato dell'emendamento alla legge di conversione del decreto 126/2013 segna un passaggio positivo importante nella questione dell'adeguamento alla normativa antincendio da parte delle strutture alberghiere - continua Emma Petitti, parlamentare Pd -. Lunedì la conversione approderà alla Camera, dove seguiremo il tema e porremo particolare attenzione nei confronti delle strutture medio-piccole, quelle in maggiore difficoltà nel sostenere l'adeguamento alla regola tecnica di prevenzione incendi. Per questo, come già fatto nell'emendamento presentato alla Legge di stabilità, chiediamo che un apposito decreto del ministero dell'Interno aggiorni le disposizioni semplificando i requisiti prescritti, in particolare per le strutture ricettive turistico-alberghiere fino a 50 posti letto e rimodulando conseguentemente i tempi e le modalità di applicazione delle disposizioni. E' importante inoltre che il provvedimento venga legato a incentivi per l'adeguamento e la riqualificazione strutture. Chiusa la possibilità di inserire la questione nella legge di stabilità, lavoreremo quindi nei prossimi giorni sul decreto enti locali con la conversione del decreto 126  o in extremis sul successivo Milleproroghe".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento