Politica

Nuova piscina a Viserba, i dubbi di Europa Verde: "Incontrato il comitato del No"

"Sosteniamo Sadegholvaad e abbiamo riportato nel programma condiviso l'obbligo di verificare la compatibilità ai principi della transizione ecologica e dunque della sostenibilità ambientale"

Europa Verde punta l'attenzione sul luogo scelto a Rimini per la nuova piscina comunale e manifesta le sue perplessità. Il partito della coalizione di centrosinistra, che sostiene la candidatura a sindaco di Jamil Sadegholvaad, chiede una riflessione attenta sul progetto fortemente voluto dall’attuale amministrazione.

"Abbiamo incontrato le cittadine e i cittadini che hanno dato vita al Comitato che dice No alla piscina comunale nel Parco Don Tonino Bello a Viserba - spiegano i Verdi - Comitato che riconosce la necessità per Rimini Nord di dotarsi di un impianto così importante, ma che non vuole (giustamente) vedere sacrificato il parco della loro zona residenziale".

Europa Verde sottolinea che "il comitato ha per questo individuato e proposto siti alternativi, che è la loro speranza, ma ha anche elaborato in alternativa soluzioni per rendere l’opera più accettabile. Seguiamo da mesi la vicenda e abbiamo riportato nel programma condiviso con la coalizione che sostiene la candidatura di Sadegholvaad l’obbligo di verificare la compatibilità ai principi della transizione ecologica e dunque della sostenibilità ambientale rispetto anche alla neutralità climatica di ogni progetto futuro che riguarderà la città di Rimini per i prossimi 5 anni e dunque di riguardarli e migliorali in quella chiave di lettura".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova piscina a Viserba, i dubbi di Europa Verde: "Incontrato il comitato del No"

RiminiToday è in caricamento