Nuovo mercato ittico, il Comune ribadisce il suo impegno: "Serve condivisione"

Recentemente, ricorda il Comune, il Sindaco di Rimini Andrea Gnassi ha presenziato all'incontro in Regione, insieme ai rappresentanti della Cooperativa e ai tecnici comunali, per discutere e sollecitare la pratica di finanziamento europeo del nuovo mercato ittico

Foto di repertorio

L'amministrazione comunale ribadisce il suo impegno per il nuovo mercato ittico. Recentemente, ricorda il Comune, il Sindaco di Rimini Andrea Gnassi ha presenziato all’incontro in Regione, insieme ai rappresentanti della Cooperativa e ai tecnici comunali, per discutere e sollecitare la pratica di finanziamento europeo del nuovo mercato ittico, "facendosi così carico direttamente dell’esigenza di procedere il più celermente possibile".

L'amministrazione garantisce "un impegno a tutto tondo su un tema centrale ma soprattutto complesso sotto molteplici profili, che necessita di specifica variante urbanistica e della preliminare sottoscrizione di un Accordo territoriale con la Provincia, in quanto importante area nel contesto provinciale tanto da essere stata classificata quale “polo funzionale”.

A frenare il percorso "è la mancanza della condivisione formale sul progetto degli operatori della cantieristica navale", perchè "rende di fatto complicato ed incerto il buon esito della procedura di esame ed approvazione dello progetto, e da qui l’opportunità di non attivare immediatamente all’apertura della Conferenza ove queste problematiche emergerebbero in maniera irreparabile".

L’Amministrazione sottolinea che sul progetto "si è impegnata subito all’indomani del suo insediamento affinché attraverso un lavoro comune si potesse giungere a una soluzione all’altezza delle aspettative e del ruolo che questo progetto ha su un tema così delicato come la riqualificazione e valorizzazione della città in un ambito così pregiato e così importante come quello del porto".

"Un ruolo centrale - viene rimarcato - che il progetto ha non solo per il nuovo Mercato ittico ma per la necessità che tale intervento affronti e risolva tutte le altre questioni e problematiche che insistono nel contesto, dalla sicurezza della diportistica e dei pescherecci, alle sedi delle diverse autorità e forze dell’ordine marittime, alla modifica delle banchine portuali, ai rapporti con Agenzia del Demanio per le modifiche alle concessioni su aree del demanio Marittimo, alla mobilità e l’accessibilità degli automezzi all’area del mercato e dei cantieri navali, solo per dirne alcune".

"Per questo - è la precisazione - i tecnici comunali hanno affiancato in questi mesi i tecnici incaricati della cooperativa con un impegno costante e vicino che ha portato solo il 28 marzo scorso alla consegna da parte della cooperativa pescatori di un nuovo schema di massima della soluzione progettuale che recepisce gli indirizzi concordati".

L’assessore Biagini e l’Amministrazione comunale incontreranno a breve i rappresentanti degli artigiani al fine di avere un quadro definitivo degli aderenti al progetto di riqualificazione dell’area portuale e per individuare ogni soluzione e atto efficace a completamento degli aspetti amministrativi e procedurali.

Inoltre sarà convocata una conferenza di servizio con tutti i soggetti interessati perché, sottolinea l'amministrazione Gnassi, "la realizzazione del nuovo mercato ittico comporta e prevede una riorganizzazione delle funzioni e persino degli uffici e dei posti barca dei soggetti oggi presenti come, ad esempio, le forze dell’ordine deputate al controllo della navigazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

Torna su
RiminiToday è in caricamento