menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parco eolico, la coalizione Scegli Misano boccia il progetto: "Servono modifiche radicali"

"E’ un dovere civico salvaguardare un bene comune ed un interesse collettivo, come la bellezza ambientale"

"Così com'è va bocciato senza appello". La coalizione Scegli MIsano (Pd, Socialisti, MdP articolo1) interviene sul progetto del parco eolico. "Nell’esprimere massima condivisione e apprezzamento per la posizione perentoria espressa dal Sindaco, valuteremo di assumere  nei prossimi giorni tutte le iniziative politiche utili  d evitare la realizzazione di un’opera dannosa e poco diffusa, considerato che l’unico impianto simile è stato realizzato 10 anni fa al largo di Taranto, forse perché il raffronto costi/benefici non offre ancora garanzie certe. Iniziative politiche, come la promozione di un ordine del giorno in consiglio comunale e il coinvolgimento delle categorie economiche, essendo un tema non di destra o di sinistra, ma strategico per la nostra comunità".

Continua la coalizione: "Oggi occorre individuare altri sistemi e tecnologie che guardino al futuro, come l’idrogeno o una produzione di energia diffusa, prodromica al raggiungimento degli obiettivi europei previsti dall’agenda 2030. Siamo tutti d’accordo nell’interesse del pianeta, ad individuare forme alternative di approvvigionamento energetico che ci affranchino da quelle fossili, ma in questo caso la tutela dell’ambiente in senso lato non è una variabile indipendente rispetto alla salvaguardia di un asset fondamentale come lo skyline marino che vediamo dalle nostre spiagge, che in un territorio a vocazione turistica come il nostro, significa anche economia, altrimenti  il saldo non è mai zero. Per questi motivi, se il progetto non dovesse subire radicali modifiche, portando eventualmente i 51 pali, alti 125 metri con pale lunghe 81 metri, almeno a 30 km dalla costa, valutando altresì anche l’impatto acustico che pale e rotori produrrebbero, va bocciato senza appello. E’ un dovere civico salvaguardare un bene comune ed un interesse collettivo, come la bellezza ambientale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Tragedia in A14: auto piomba su un gruppo di operai, automobilista perde la vita

  • Cronaca

    Renata Tosi lancia l'endorsement: "Sì a Rimini capitale della cultura 2024"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento