menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pasti troppo 'salati', Insieme per Coriano: "La mensa scolastica è la più cara della provincia"

"La protesta dei genitori si è fatta molto forte in questi giorni tanto che, leggiamo una delegazione di genitori ha chiesto di essere ricevuta dal sindaco Spinelli"

I consiglieri di Insieme per Coriano, Leonardi, Innocentini, Talacci e Paolucci, intervengono sul caro mensa nel Comune di Coriano e conti alla mano puntano il dito contro le rette. "Una cosa è ormai certa. La Giunta Spinelli Ugolini ha dimostrato, ancora una volta, quanto è distante dai bisogni dei cittadini - attaccano i consiglieri - Ci è riuscita confermando una anacronistica delibera del 2016 che stabilire il costo della mensa scolastica 2020/2021. La protesta dei genitori si è fatta molto forte in questi giorni tanto che, leggiamo una delegazione di genitori ha chiesto di essere ricevuta dal sindaco Spinelli.

Proseguono i consiglieri: "Evidentemente non ci eravamo sbagliati quando, in commissione bilancio avevamo contestato il costo dei pasti. Sette (7) euro a pasto per tutti i cittadini con Isee superiore a € 10.632,94. Il nostro Comune decideva di continuare ad applicare la tariffa più alta scaricando sulle famiglie il costo del servizio, ignorando le enormi difficoltà economiche di questo lungo periodo di pandemia. A dimostrazione della scarsa o nulla attenzione ai problemi delle famiglie in difficoltà, oltre ad applicare le tariffe più alte, a porre condizioni impossibili per ottenere le agevolazioni questa amministrazione impone ai richiedenti l’obbligo di iscriversi al registro dei volontari, obbligatorietà e volontariato sono un ossimoro degno della confusione che regna a Coriano, e di impegnarsi a prestare la loro opera se chiamati a svolgerla. Pena la decadenza dalle agevolazioni. (Delibera di Giunta 68 del 10/05/2016 ) In esecuzione della determinazione n. 20/2020. Almeno uno dei due genitori deve essere iscritto nel registro volontari del Comune di Coriano".

I consiglieri incalzano: "Ciò che però non ci saremmo mai aspettati è che, in corso di pandemia, l’unica vera attenzione dell’amministrazione Spinelli Ugolini potesse essere riservata al Teatro. Già, perché negli stessi giorni in qui questa amministrazione confermava i 7 euro a pasto e imponeva il volontariato obbligatorio ai più bisognosi, si chiudeva il bando per dare continuità alla gestione del Teatro Corte nonostante i teatri siano chiusi da marzo 2020 e ancora non si sappia quando potranno riaprire. Una continuità confermata fino al giugno 2023 con un investimento di risorse pubbliche per circa 228.000 euro. Un’attenzione alla cultura legittima, anche se avremmo preferito che la stessa attenzione venisse riservata alle famiglie provate direttamente e indirettamente dalla pandemia. Invece non è stato così. Questa amministrazione che per anni ci ha raccontato la favola di Coriano “ paese del sociale” ha dimostrato ancora una volta quanta differenza c’è fra le parole e i fatti. Le famiglie, oltre al disservizio causato dalla piattaforma per comunicare le assenze, continueranno a pagare il costo più alto del circondario per la mensa scolastica".

Per questi motivi i consiglieri annunciano di avere presentato una interrogazione al sindaco per sollecitare un intervento rivolto a mitigare il costo del pasto mensa, tenendo anche conto dei contributi che dal Governo sono arrivati per aiutare le famiglie, in conseguenza delle difficoltà dovute alla pandemia. "Quello che speriamo è che non ci rispondano con le parole che ogni volta il sindaco Spinelli e il vice Ugolini amano ricordare, “Comandano loro…” e non c’è certamente da esserne orgogliosi se questi sono i risultati."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ritenzione idrica: come eliminarla in poche mosse

Ristrutturare

Come trasformare una finestra in un balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento