Patto Civico Riccione: "Lo 'scherzo' della Tosi costerà ai riccionesi quasi 400mila euro"

L'opposizione punta il dito contro la decisione di giunta e sindaco che hanno deliberato il finanziamento per la progettazione della scuola di via Panoramica

"Un po' perché amano vestirsi da carnevale, un po' perché era giovedì grasso abbiamo tutti pensato a uno scherzo, ed invece no". Inizia in maniera caustica il comunicato stampa di Patto Civico Riccione che punta il dito su quanto accaduto lo scorso 8 febbraio quando il sindaco Renata Tosi e Giunta hanno deliberato il finanziamento per la progettazione della scuola di via Panoramica. "Uno “scherzo” - proseguono dall'opposizione - che costerà ai riccionesi la bellezza di 381.671,19 € senza neanche comprare un mattone: unicamente costi relativi alla progettazione. Si tratta di cifre pazzesche per un incarico professionale che avrebbero potute  essere risparmiate, così però non si sarebbe gratificato il senso di grandeur della Tosi tanto impegnata a elargire incarichi esterni ed a indebitare il comune per qualunque cosa per compensare il “nulla” sino ad oggi realizzato nelle infrastrutture della città che continuano essere al palo” dichiara Patto Civico Riccione-Oltre al proposito e prosegue “L’estensione dell’incarico di progettazione di 291.111,21 € garantito con la delibera di giovedì grasso, anzi grassissimo per gli incaricati, viene finanziato con un mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti. Ci indebitiamo quindi per centinaia di migliaia di euro senza avere la certezza di realizzare l’opera visto che dei 3.000.000 di euro necessari per realizzare la scuola non vi è traccia effettiva, tra l’altro quest’opera vedrà coinvolto l’ennesimo parco con alberature sane e di pregio”.

Per Patto Civico Riccione-Oltre, di là dalle ormai chiaramente vane promesse elettorali di condivisione, questa ulteriore distruzione del verde urbano lascerà di certo residenti ed associazioni poco contente, con una effettiva possibilità di ricorsi e fermo-cantiere di cui la Tosi, peraltro, ne dovrebbe conoscere bene le dinamiche  visto che ne ha fatto il suo cavallo di battaglia.  Qualora non si dovesse giungere alla piena realizzazione dell’opera, queste somme "che rappresentano uno schiaffo per molte famiglie riccionesi, si tradurrebbero in un chiaro danno erariale" su cui Patto Civico -Oltre vigilerà chiedendo conto a politici e dirigenti che senza tanti scrupoli attestano fattibilità e regolarità contabili. “E’ comprensibile la smania di fare o almeno di far finta di fare, ciò che non è tollerabile è la gestione scellerata di denaro pubblico che porta a dover addirittura indebitare tutta la comunità solo per progettazione di una scuola, nemmeno per la sua realizzazione” commenta Patto Civico Riccione – Oltre e conclude “Se fossero soldi del Sindaco non ci sarebbe niente di male, li potrebbe buttare come vuole, ma siccome sono soldi pubblici sarebbe opportuno che cominciasse a gestirli come tali.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

Torna su
RiminiToday è in caricamento