rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Politica Riccione

Il Pd di Riccione soddisfatto: "La svolta è del tutto evidente, ripartono investimenti e infrastrutture"

Il Pd di Riccione esprime un giudizio positivo sul lavoro svolto dalla giunta ed in particolare per l’accoglimento di gran parte del contributo espresso come partito

Il Pd di Riccione, avendo partecipato alla discussione sulla proposta di bilancio comunale 2023/2025, esprime un giudizio positivo sul lavoro svolto dalla giunta ed in particolare per l’accoglimento di gran parte del contributo espresso come partito attraverso le 11 proposte formulate con il documento della direzione approvato il primo dicembre 2022. Proposte che vanno dalle questioni sociali a quelle ambientali e di qualità urbana, a quelle infrastrutturali rivolte alla economia turistica e all’efficientamento della macchina burocratica.

"Già da questo primo bilancio, che abbiamo definito banco di prova per la nuova amministrazione - scrive il Pd di Riccione -, la svolta è del tutto evidente, con l’assunzione di impegni importanti per fare ripartire gli investimenti per lo sviluppo economico, sociale ed infrastrutturale. Questo lo si evince da un’analisi puntale di tutti i documenti di bilancio pubblicati, e dall’ulteriore contributo scaturito in sede di approvazione dagli emendamenti proposti dal sindaco. Pur nelle difficoltà economiche e finanziarie del momento, si possono apprezzare in particolare gli sforzi per mantenere e sviluppare l’attuale livello quantitativo e qualitativo dei servizi, assegnandovi risorse adeguate, pur senza prevedere aumenti tariffari o introduzione di nuove tasse, agendo con soluzioni innovative sul fronte della revisione della spesa".

Per ciò che riguarda due argomenti discussi, Tari e Imposta di Soggiorno, il Pd esprime le seguenti considerazioni:
"Sul fronte della tariffa Tari ricordiamo che la stessa non viene definita all’interno del bilancio di previsione, ma sarà oggetto di decisione nei prossimi mesi in ambito di Agenzia Atersir sulla base del Pef, già approvato l’anno scorso per il biennio 2022 2023. L’amministrazione è impegnata su ogni azione possibile per evitare eventuali aumenti agendo anche sui contenimenti possibili riferiti alla parte di competenza comunale. L’Amministrazione comunale sta inoltre valutando con Hera l’opportunità di introdurre la tariffa puntuale dal 1 gennaio 2024 come stabilito dalla legge regionale, ipotesi che era stata abbandonata dalla precedente amministrazione e che invece avrebbe ricadute positive soprattutto per quello che riguarda l’impatto sulle attività economiche".

"La rimodulazione della Imposta di soggiorno è tesa a reperire risorse per investimenti nell’infrastrutturazione turistica della città e la promo commercializzazione e si incarica di un riequilibrio con il prelievo medio che viene esercitato a carico dei turisti come in altre realtà analoghe. L’Amministrazione comunale è impegnata a concordare gli investimenti con il sistema economico della città. Per quanto riguarda la previsione di spesa, il Pd di Riccione apprezza la scala di priorità definita nel contrasto alla povertà, negli aiuti alle famiglie, nella manutenzione e decoro della città e negli incentivi alla transizione energetica; obiettivi perseguiti con scelte di bilancio chiare e precise che partono da una visione e da una strategia attenta e condivisa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd di Riccione soddisfatto: "La svolta è del tutto evidente, ripartono investimenti e infrastrutture"

RiminiToday è in caricamento